/ Solidarietà

Solidarietà | 24 giugno 2019, 19:16

Cuneo, 1000 euro per padre Aurelio Gazzera con la cena preparata da chef… speciali

Giovedì 20 giugno i soci del Club Dirigenti Vendita & Marketing della provincia di Cuneosi sono messi ai fornelli all’Open Baladin. Una cena di beneficenza il per missionario cuneese da quasi trent’anni a Bozoum, nella Repubblica Centrafricana

soci del Club Dirigenti Vendita & Marketing alla cena per padre Aurelio Gazzera

soci del Club Dirigenti Vendita & Marketing alla cena per padre Aurelio Gazzera

Ha fruttato 1.000 euro  la “Cena speciale” che giovedì 20 giugno ha visto ai fornelli e al servizio ai tavoli una dozzina di soci del Club Dirigenti Vendita & Marketing (Cdvm) della provincia di Cuneo.

La cifra raccolta verrà consegnata a Padre Aurelio Gazzera, missionario cuneese da quasi trent’anni a Bozoum, nella Repubblica Centrafricana, dove il sacerdote ha realizzato, insieme alla sua gente, un sistema di cooperative agricole, scuole di ogni ordine e grado, dispensari medici, una banca di micro-credito e la Fiera Agro-Alimentare di Bozoum.

La cena, che si è svolta all’"Open Baladin" di Cuneo, rientra nelle iniziative di sostegno del Cdvm ai progetti padre Aurelio Gazzera tra cui le borse di studio per gli alunni più meritevoli del Lycéè St. Augustin di Bozoum.

Noi ci siamo divertiti molto a cucinare – dice Paolo Silvestro, presidente del Club dirigenti Vendita & Marketing -  e credo di poter dire che, grazie alla supervisione degli chef (quelli veri...) - Marco, Gianluca e Nello - la cena è risultata fantastica”.

Gli ospiti hanno gustato “Sfogliatine di verdura e culis di pomodoro” (cucinate da Gianluca, Antonio, Christina e Patrick); Tagliatelle al ragù di salsiccia (Gianluca, Moz, Annalisa, Enrico, Benve); Bombetta di pichana con provolone e pancetta (Antonio, Walter, Elena e Paolo); Mousse di cioccolato e lamponi (Marco ed Enrico). Chiara e Gabriele hanno curato l’allestimento dei tavoli.

Un ringraziamento speciale agli amici (e soci del Cdvm) Elio, Michela e Mauro dell’Open Baladin per la loro «disponibilità logistica»" - conclude Silvestro, invitando a leggere il blog di padre Aurelio “Bozoum in diretta”, in cui il missionario (soprannominato “zo so a zi ngombe na ti ti a saraguina” ovvero “l’uomo che ha piegato il fucile ai banditi”) racconta la vita della sua gente e le avventure che accompagnano la sua missione in Centrafrica.  

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium