/ Ambiente e Natura

Ambiente e Natura | 25 giugno 2019, 17:17

Più di cento bambini alla 15^ Festa del Parco di Cuneo, tra fiabe, picnic, spettacoli teatrali e liberazione di rapaci

Molti gli spettacoli e i progetti per incentivare i bambini a muoversi con i mezzi di trasporto senza motore all'insegna della sostenibilità

15ª Festa del Parco

15ª Festa del Parco

Il tempo incerto e le previsioni meteo poco rassicuranti non hanno spaventato i numerosi bambini, oltre un centinaio, e le famiglie che hanno partecipato venerdì alla 15^ Festa del Parco all’area relax, sotto il Santuario degli Angeli a Cuneo.

Il tempo è stato clemente e la festa ha potuto svolgersi regolarmente, prima con i giochi per i bambini e poi con il picnic libero, per chiudere in bellezza con lo spettacolo teatrale e la liberazione dei rapaci.

A partire dalle 16.30 sono stati proposti ai bambini una serie di giochi che hanno preso spunto dal libro “Attenzione, passaggio fiabe” di Mario Ramos.

L’idea era quella di aiutare i bambini ad imparare a muoversi, a piedi, in bicicletta e… sulla punta delle dita!

I bambini hanno incontrato i personaggi delle fiabe più amate, ma in una versione un po’ insolita: tutti alle prese con diversi mezzi di trasporto, rigorosamente non a motore. E, per continuare anche a casa sulla giusta strada, ai bambini che hanno partecipato ai giochi il Parco ha regalato un simpatico gadget, in tema sicurezza stradale.

Al termine dei giochi picnic libero, con dolce offerto dal parco grazie alla consueta collaborazione del Bar Corso di Cuneo,  zucchero filato a volontà.

A seguire è andato in scena lo spettacolo “Alto Livello” messo in scena da “Terzo studio”, che ha affascinato grandi e piccini, con le evoluzioni e i fantastici giochi di equilibrio dei trampolieri.

Organizzato in collaborazione con la compagnia Il Melarancio di Cuneo, come di consueto si è trattato dello spettacolo di apertura della rassegna estiva “Incanti nel Parco”.

La festa si è conclusa con il rilascio di rapaci notturni, grazie alla collaborazione con il centro recupero animali selvatici (Cras) di Bernezzo: sono stati liberati due gufi comuni e una civetta, a cui i bambini durante il pomeriggio, attraverso un sondaggio, avevano assegnato i nomi di Anacleto, Gufetta e Luna.

La buona riuscita dell’evento è stata possibile grazie alla collaborazione di tanti soggetti, a partire da La Fabbrica dei Suoni, che ha curato l’organizzazione dei giochi, fino al Cras, il Bar Corso e la Compagnia Il Melarancio, ma anche i volontari del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Civico del Comune di Cuneo che hanno fornito il loro prezioso supporto.

Come sempre, la festa è stata tutta all’insegna della sostenibilità, caratteristica che la contraddistingue fin dalla sua nascita. Oltre al consueto invito ai partecipanti a portare con loro, per il pic nic, stoviglie non usa e getta, e cercare di utilizzare meno plastica possibile.

Quest’anno il Parco ha utilizzato anche, per alimentare gli amplificatori per la musica di sottofondo e lo spettacolo, un generatore fotovoltaico.

Il Parco fluviale Gesso e Stura, da anni impegnato in attività e progetti di educazione ambientale, gestisce infatti, in qualità di capofila, il progetto di cooperazione transfrontaliera “CClimaTT – Cambiamenti Climatici nel Territorio Transfrontaliero” mirato a informare e sensibilizzare sulle cause dei cambiamenti climatici e sugli effetti da questi generati, nonché sulle possibili azioni di mitigazione e adattamento a cui tutti siamo chiamati a contribuire.

Il generatore fotovoltaico è stato acquistato con i fondi di tale progetto.

Sempre nell’ottica della sostenibilità, il parco utilizza in molte delle sue aree attrezzate, compresa quella in cui si è svolta la festa, tavoli e panche realizzati interamente con materiale riciclato.

Gli arredi di questo tipo sono caratterizzati da una targhetta con uno slogan ironico, che rimanda a un’etica del riciclo che si fa sempre più urgente: “Tutti meritano una seconda possibilità!”.  

Ora l’Estate al Parco continua tra laboratori, escursioni naturalistiche ed eventi: nei prossimi giorni uscirà infatti il programma dell’Estate al Parco.

Inoltre, per tutta l’estate la Casa del Fiume sarà aperta anche sabato e domenica e nei giorni festivi con orario 9-13/14.30-18.30, nei giorni feriali invece con orario 9-12 e 14-18.

In tali orari è attivo il servizio ParkoBike di noleggio mountain bike, con disponibilità anche di seggiolini, carrellino e cammellino.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium