/ Politica

Politica | 25 giugno 2019, 18:33

Onorevole Ciaburro (FdI): La Camera dei Deputati ha dato prova di unità su di un tema che meritava avesse il sostegno di tutti

Riceviamo e pubblichiamo

Onorevole Ciaburro (FdI): La Camera dei Deputati ha dato prova di unità su di un tema che meritava avesse il sostegno di tutti

La Camera dei Deputati ha dato prova di unità su di un tema che meritava avesse il sostegno di tutti.

Il 26 gennaio è la data del Martirio degli Alpini a Nikolajewka. Dal prossimo anno essa sarà la Giornata Nazionale della Memoria e del sacrificio Alpino.

Era il minimo che la Repubblica potesse tributare ad un Corpo che è sempre stato in prima linea durante tutte le varie campagne, sia di guerra che di pace. Gli alpini hanno pagato un altissimo prezzo, la Divisione Cuneense fu la Grande Martire. Riascoltare dai reduci le loro immani sofferenze deve essere di monito ed insegnamento alle future generazioni.

Essi, per dovere derivante dagli ordini superiori, vissero il Supremo Sacrificio nelle battaglie di Novo Kalitwa, Bogutschar, Dechtjarnajn, Valuiki. Poche centinaia di ragazzi tornarono alle loro famiglie. Dopo 77 anni, finalmente si rende onore ed omaggio a tutti quei giovani.

Da allora il Corpo degli Alpini si è sempre distinto, è in prima linea nell'aiutare chi ha bisogno, non mancano mai alle raccolte del Banco Alimentare, sono sempre attivi e presenti per le operazioni di protezione civile. Il terremoto del Friuli dimostrò, per primo, la grande efficienza degli alpini in armi e di quelli in congedo, da quel triste giorno del 1976 gli Alpini diedero vita, su impulso dell'allora Commissario alla Ricostruzione on. Zamberletti, alla costituzione di quella che oggi è la Protezione Civile Nazionale.

Non manca occasione che, se coinvolti, essi non dimostrino il loro amore per la Patria. Sono certa che l'Associazione Nazionale Alpini sarà in prima fila per far si che d'ora in poi, il 26 gennaio non sia solo il giorno del ricordo di un Sacrificio di uomini, ma che divenga un momento di ascolto da parte delle scuole, da parte dei tanti giovani che vogliono raccogliere nel loro cuore quel testimone di fede e solidarietà che la cessazione del servizio militare obbligatorio rischia di cancellare.

On. Monica Ciaburro











 

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium