/ Attualità

Attualità | 26 giugno 2019, 15:16

Lega, Gianna Gancia: "Il Piemonte vince le 'Olimpiadi delle infrastrutture' per la Tav"

“Non è un caso che le decisioni in merito a questo collegamento su rotaia, da sempre al centro del mio personale impegno politico-istituzionale, abbiano evidenziato una accelerazione dopo il responso elettorale europeo e regionale del 26 maggio"

Foto generica

Foto generica

Con la decisione della società Telt - Tunnel Euralpin Lyon Turin - di approvare bandi per oltre un miliardo per il tratto italiano di linea ferroviaria ad alta velocità, il Piemonte ha vinto, grazie alla caparbietà dei ministri della Lega e del nostro vicepremier e segretario Matteo Salvini, le proprie “Olimpiadi delle infrastrutture”, dopo avere perso quelle del 2026 a causa dei disastri congiunti di sinistra e 5 stelle finalmente all'opposizione in Piemonte e presto, molto probabilmente, anche a Torino.

“Non è un caso che le decisioni in merito a questo collegamento su rotaia, da sempre al centro del mio personale impegno politico - istituzionale, abbiano evidenziato una accelerazione dopo il responso elettorale Europeo e Regionale del 26 maggio, responso che ha spazzato via ogni genere di ambiguità, punendo sia coloro che anacronisticamente si oppongono alle vie di comunicazione internazionali, sia anche quanti si dichiaravano a favore delle stesse ma solo strumentalmente e per obiettivi di campagna elettorale di breve respiro”.

“Un filo neanche tanto sottile lega quello che finora è stato l’autoisolamento delle giunte sinistre e grilline, del Piemonte e di Torino, all'onta più recente della perdita di un altro fondamentale treno di sviluppo, quello dei Giochi olimpici che saranno ospitati da Milano e Cortina nel 2026. Non è rinunciando alle maggiori realizzazioni impiantistiche e infrastrutturali che si agevolano le reti del trasporto e della viabilità locali, come del resto è tristemente provato dal rallentamento dei lavori della Cuneo - Asti, altra responsabilità dei vecchi governi, che frenano le risorse finanziarie anche per i collegamenti pendolari e per compensare i territori piemontesi martoriati da incidentalità, inquinamento e mezzi obsoleti”.

“Ringrazio il consiglio della società Telt (controllata in ugual misura da Stato francese e Ferrovie dello Stato italiane), la responsabile del corridoio Mediterraneo Iveta Radicova, il capo della Direzione generale MOVE Jean Louis Colson, il nuovo governatore del Piemonte Alberto Cirio e il nostro vicepremier Matteo Salvini che in questo momento è il maggiore garante degli interessi Italiani in sede Europea affinché i lavori si facciano con un'Italia protagonista e non più subalterna. È finita la stagione dei partiti che vincevano le elezioni in Italia per poi fare gli interessi di Paesi concorrenti. La sola via per salvare l'Europa dall’implosione è quella delle reti di comunicazione transfrontaliere, senza le quali la sola unione monetaria e bancaria, tanto cara alla sinistra tecnocratica, resterà per noi un boomerang altamente penalizzante”.

Lo dichiara Gianna Gancia, nuova parlamentare europea del gruppo Lega - Salvini Premier, rappresentante del Piemonte a Strasburgo. Priorità "condivise dal mondo manifatturiero, confermate dalle dichiarazioni del presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, intervenuto all'assemblea dell'Associazione degli industriali di Novara e Vercelli Valsesia, elogiando il combinato effetto virtuoso fra Decreto Crescita, assegnazione dei Giochi Olimpici e deliberazioni della società transfrontaliera Telt per una linea Tav da sviluppare nel suo progetto integrale e originario".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium