/ Economia

Economia | 26 giugno 2019, 16:00

Sarri bianconero: la Juve che sarà

Dopo la presentazione ufficiale, le domande obbligate sul suo passato al Napoli ed alcune dichiarazioni sulla sua attuale squadra, per Maurizio Sarri è già tempo di pensare alla sua Juventus

Sarri bianconero: la Juve che sarà

Dopo la presentazione ufficiale, le domande obbligate sul suo passato al Napoli ed alcune dichiarazioni sulla sua attuale squadra, per Maurizio Sarri è già tempo di pensare alla sua Juventus. Quasi sicuramente il tecnico adotterà nuovamente il 4-3-3, il modulo delle sue fortune sia nella città partenopea che nella sua esperienza con il Chelsea anche se non dobbiamo dimenticare che ad Empoli invece la formula adottata era quella del 4- 3- 1-2. In ogni caso i migliori siti per scommettere danno sempre la vecchia signora come favorita per lo scudetto visto che sulla qualità della rosa non c'è alcun dubbio ed il mercato che la società di Corso Galileo Ferraris sta allestendo, è come sempre di altissimo livello.

Una prima conferma dalla Juve di Allegri a quella di Sarri è chi sarà il portiere titolare. Wojciech Szczęsny ha dimostrato di essere un assoluto top player capace di non far rimpiangere Gigi Buffon. Qualche dubbio in più sul dodicesimo invece: Perin vorrebbe giocare un numero maggiore di partite mentre al nuovo mister non dispiacerebbe avere un suo fedelissimo come Pepe Reina. Possibile dunque uno scambio con il Milan.

In difesa i centrali Bonucci e Chiellini sono confermatissimi ma un ruolo ancora più importante lo avrà Rugani, vecchio pallino di Sarri tanto da chiederlo senza successo ai tempi del Napoli. Possibile un ritorno di Benatia anche se la società potrebbe anche ambire a rinforzare la difesa con nomi anche più importanti. Sulla sinistra dovrebbero esserci pochi dubbi su Alex Sandro mentre a destra c'è molto più fermento: Cancelo è richiestissimo dal Manchester City che avrebbe messo sul piatto 50 milioni di euro. In caso di partenza i possibili sostituti potrebbero essere Trippier del Tottenham o un altro fedelissimo di Sarri come Elseid Hysaj che però sembra vicinissimo all'Atletico Madrid.

A centrocampo il fulcro del gioco sarà indubbiamente Miralem Pjanić che Sarri farà giocare in un modo simile a come Jorginho ha orchestrato la palla al Napoli ed al Chelsea. Ad aiutarlo sulle fasce, i titolari dovrebbero essre Matuidi ed il nuovo arrivato Ramsey con Emre Can indubbiamente primo rincalzo di lusso. Mentre stiamo scrivendo questo articolo crescono anche le quotazioni per l'arrivo di Adrien Rabiot a parametro zero anche se bisogna superare la concorrenza di molti altri top team europei.

Davanti la certezza si chiama Cristiano Ronaldo che probabilmente giocherà più defilato sulla sinistra rispetto all'ultima stagione. Dall'altra parte Douglas Costa ha fatto capire che vorrebbe tanto rimanere nella nuova Juve di Sarri. E nel mezzo? Attualmente la rosa della Juve può contare su Gonzalo Higuain, Mario Mandžukić e Paulo Dybala ma in questo caso c'è tutta una finestra di calciomercato che potrebbe mescolare molto le carte.

Higuain è molto legato a Sarri ma dopo che quest'ultimo lo ha fortemente voluto al Chelsea nell'ultima sessione di calciomercato invernale, lo ha utilizzato in modo non così costante, preferendo molto spesso, ed anche nella finale di Europa League, Giroud. La società sta facendo pressione al Pipita per cambiare aria ma l'entourage dell'attaccante non vuole sentire parlare di altre destinazioni italiane, lasciando invece una finestra aperta sull'estero.

Per Mandžukić ci sono già le sirene dalla Premier League mentre su Dybala vige la più grande incertezza. Decisivo potrebbe essere il colloquio previsto con il nuovo tecnico. Si vocifera da tempo di un possibile scambio con l'Inter per Maurito Icardi: Sarri non ha mai nascosto di apprezzare molto la punta nerazzurra ma di certo la tormentata vicenda che ha coinvolto anche la moglie procuratrice, Wanda Nara, potrebbe aver avuto ripercussioni negative sulla percezione del giocatore da parte della società bianconera. Una Juve dunque ancora work in progress ma con già molte certezze per affrontare ancora una volta la stagione da protagonista assoluta in Italia e in Europa.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium