/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2019, 15:02

Borgo San Dalmazzo: al Museo dell'Abbazia l'assemblea dei soci di Confartigianato Fidi Cuneo

L’Assemblea si è svolta il 5 luglio scorso, nell’anno in cui viene raggiunto un prestigioso traguardo, quello dei 50 anni di attività

Borgo San Dalmazzo: al Museo dell'Abbazia l'assemblea dei soci di Confartigianato Fidi Cuneo

Il 5 luglio, nella sede del Museo dell’Abbazia di San Dalmazzo di Pedona a Borgo San Dalmazzo si è tenuta l’Assemblea dei soci della Confartigianato Fidi Cuneo Società Cooperativa.

In questa suggestiva sede, ricca di storia e di fascino, il Presidente Roberto Ganzinelli e il Vice Presidente Ugo Finotello, quest’ultimo residente proprio in Borgo San Dalmazzo in cui opera la sua azienda di fotocomposizione, hanno accolto i soci chiamati ad approvare il Bilancio del Confidi chiuso al 31/12/18. Alla riunione, cui ha partecipato nella duplice veste di socio e Presidente della Confartigianato Imprese Cuneo, da sempre vicina e partner del Confidi, Luca Crosetto ha avuto parole di elogio per il Confidi, il suo Consiglio di Amministrazione, la Direzione ed il personale.

L’Assemblea si svolge nell’anno in cui viene raggiunto un prestigioso traguardo, quello dei 50 anni di attività, la Cooperativa è stata infatti fondata il 27/06/1969 da 80 soci fondatori che al 31/12/2018, come evidenziato nella Nota Integrativa, hanno raggiunto il considerevole numero di 7.221.

Gli amministratori del Confidi, nella relazione letta dal Presidente Ganzinelli, hanno tirato le somme dell’anno concluso ed evidenziato come la Cooperativa si trovi in una situazione di invidiabile “solidità”, dal punto di vista patrimoniale ed economico, con adeguati presidi organizzativi in tutte le funzioni aziendali, nell’osservanza delle numerose e complesse normative che regolano gli enti operanti in campo finanziario.

Dal punto di vista dell’operatività, il 2018 è stato un anno sicuramente positivo, al confronto della tendenza estremamente negativa che si riscontra a livello nazionale, fino a Novembre le richieste di garanzia erano addirittura in crescita rispetto all’anno precedente, poi, a fine anno, ha prevalso l’incertezza ed il pessimismo e le imprese hanno rallentato la richiesta di credito. Nell’anno comunque sono state concesse garanzie su circa 40 milioni di finanziamenti e linee a breve, numeri che sono sempre molto rilevanti, supportate dal Patrimonio e dai Fondi Rischi accantonati che sono sempre assolutamente capienti e rassicuranti.

Il Presidente ha riferito che le insolvenze sono cresciute, come era lecito aspettarsi, vista la situazione economica, ma, come sempre, grazie al lavoro di istruttoria meticoloso ed alla prudenza degli organi deliberanti, sono, per numero e importo, ben lontane da un livello che potrebbe mettere in pericolo la solidità del Confidi, come è purtroppo successo in questi anni ad altre strutture ben più grandi, in tutta Italia ed in particolare nella nostra Regione. Ganzinelli ha poi evidenziato che il 2018 ha visto un altro importante riconoscimento della solidità e della efficienza della Confartigianato Fidi Cuneo, che è stata accreditata a lavorare con il Fondo Centrale di Garanzia, che, grazie alla recente riforma può diventare interessante e conveniente per le imprese associate, incrementando la possibilità di avere credito.

In sintesi un anno “agrodolce”, con aspetti positivi ed altri meno, ma ancora una volta si può affermare che la Cooperativa si è mossa nel modo migliore, consolidando la stima di cui gode presso le Banche e le Istituzioni.

Il Direttore della Cooperativa, Bruno Bono, ha illustrato ai presenti, alcuni aspetti tecnici del Bilancio, un documento particolarmente complesso, aiutando i presenti a districarsi nei prospetti e nelle tabelle ricche di analisi ed informazioni, evidenziando gli aspetti principali della struttura patrimoniale e dei conti economici.

Il Collegio Sindacale, composto dai revisori Fabrizio Baudino, Presidente, Manuela Dutto e Nicola Gaiero, Sindaci effettivi hanno certificato, con una relazione approfondita, la regolarità amministrativa e gestionale e la corretta redazione del Bilancio.

È stato gradito ospite dell’evento il Sindaco di Borgo San Dalmazzo, Gian Paolo Beretta, che è intervenuto per un saluto istituzionale ed ha commentato con soddisfazione le risultanze del bilancio, citando l’Art. 45 della Costituzione sulla cooperazione e la mutualità e ricordando che a Borgo San Dalmazzo sono attive ben 1.100 Partite IVA.

Tra i soci sono intervenuti Giorgio Felici, titolare di una tipografia, Vice Presidente della Confartigianato Imprese Cuneo e Presidente di Confartigianato Piemonte che, relativamente a questo ultimo incarico, ha promesso di mettere nella giusta evidenza il Confidi presso l’Amministrazione regionale in modo da valutare accordi ed iniziative a favore delle imprese associate.

Il Presidente Provinciale di Confartigianato Imprese Cuneo Luca Crosetto ha infine evidenziato la rinnovata e forte sinergia tra il Confidi e l’Associazione nel campo credito, al fine di offrire il supporto e le risposte di cui le imprese necessitano in questo aspetto fondamentale e spesso critico nella gestione, aiutandole ad interpretare e fronteggiare i cambiamenti e le evoluzioni in corso.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium