/ Curiosità

Curiosità | 09 luglio 2019, 14:58

Il "progetto food" di Collsioni continua con un focus dedicato alle DOP dei formeggi piemontesi

A cura di Assopiemonte, fino a mercoledì 10 luglio a Barolo

Il "progetto food" di Collsioni continua con un focus dedicato alle DOP dei formeggi piemontesi

Torna per la sua terza edizione, da oggi fino a mercoledì 10 luglio, il Progetto Food organizzato da Assopiemonte in collaborazione con l’Agrilab di Barolo: tre giorni di presentazione, degustazione, confronto e tavole rotonde su eccellenze enogastronomiche piemontesi e italiane, con un particolare business focus dedicato ai formaggi Dop piemontesi come il Castelmagno - che ha avuto l’onore di essere scelto come formaggio ufficiale del Bocuse d'Or - la Toma Piemontese Dop, la Robiola di Roccaverano, il Murazzano e altri. Dopo le trasferte all’estero dei produttori di formaggi associati ad Assopiemonte in Germania, Svezia e Danimarca, per promuovere la Dop, il Progetto Food rappresenta un naturale momento conclusivo in cui i professionisti incontrati in tutta Europa sono stati invitati a Barolo a parlare di Made in Italy e della crescente necessità di rispettare l’ambiente, il lavoro di filiera e l’importanza delle informazioni date ai consumatori.  

“Con gioia festeggiamo la terza edizione del progetto Food di Collisioni che porta a Barolo chef, giornalisti del settore food e i migliori buyers europei specializzati in prodotti di alta gamma (ad esempio un negozio specializzato nei formaggi artigianali che è particolarmente interessato in questo momento a importare formaggi piemontesi in Svezia). Abbiamo creato un parterre di valore per i tanti produttori di formaggi e altre specialità gastronomiche piemontesi grazie alla collaborazione con Assopiemonte. È un’occasione più unica che rara per scambiare aneddoti, esperienze, informazioni, fare cultura tra popoli diversi all’insegna di un’Europa si spera sempre più unita che cerca di lavorare per il bene delle tante famiglie che operano nel campo della gastronomia piemontese e italiana. Siamo veramente contenti di essere qui a Barolo oggi e continuare così, a parlare di food, tra tanti grandi esperti”, dichiarano il direttore artistico del progetto Wine&Food di Collisioni, Ian d’Agata, e la coordinatrice del Progetto Food Federica Battaglino.  

Ospiti d’eccezione saranno alcuni dei più grandi Chef del nostro territorio come Mariuccia Ferrero che dopo la collaborazione in Monferrato con Gastronomix torna con il Ristorante San Marco di Canelli, e Walter Ferretto de Il Cascinalenuovo, dove da anni tradizione e innovazione si fondono sapientemente in una proposta gastronomica che sa coniugare la grande cucina piemontese con i profumi ed i sapori provenienti da ogni angolo del mondo. Il tutto accadrà di fronte a un parterre internazionale di grandi giornalisti food e importatori, che giungeranno a Barolo nei giorni del Festival e discuteranno delle specialità della gastronomia italiana e delle nuove prospettive del settore.  

Gli ospiti di questa edizione del Progetto Food sono personaggi influenti nei mercati Europei: il proprietario di ICA food di Stoccolma, Rolf Carlson; il giornalista e conduttore radiofonico Karsten Thurfjell, già introdotto al Piemonte grazie a Gastronomix, e membro dell’accademia di Gastronomia di Stoccolma; Per Jorgen Larsson e Per Olof Edwards a capo di 10 tra delicatessen e pop-up store in Svezia specializzati in importazione e vendita di formaggi di qualità; Marco D’Urso importatore e buyer per FRESCO; Raimondo Cuomo e Rui Macedo Sales Manager per Muret la Barba, ristorante di alta qualità a Berlino che si sta espandendo online e con una nuova sede in California, e molti altri.

Anche quest’anno non mancheranno poi giornalisti e blogger italiani e europei a dare visibilità all’evento che si svolgerà attraverso attività di didattica e promozione delle grandi eccellenze dell’agricoltura italiana al fine di dare risalto alla storia, alle tradizioni, alla qualità del “made in Italy” e di conseguenza a incentivarne l’esportazione. Il progetto rappresenta uno degli appuntamenti annuali all’interno di una progettualità più ampia ad opera di Collisioni, per incrementare la conoscenza delle grandi eccellenze italiane presso il pubblico della stampa specializzata e operatori di settore, con particolare attenzione alla Germania e al nord Europa.   La scenografia sarà nuovamente quella dell’Agrilab, lo spazio di Collisioni aperto al pubblico tutto l’anno nel Cortile del Castello di Barolo.

Fino a mercoledì 10 luglio gli incontri saranno dedicati a professionisti del settore, ma anche aperti al pubblico con posti limitati.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium