/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 10 luglio 2019, 11:04

Tra Bach e il "rock", quando la musica ti aiuta a superare le sfide della vita: la storia di Ilenia e del suo 100 all'Ego Bianchi di Cuneo

Ilenia Castagnoli, ragazza di Robilante con sindrome di Down, ha superato brillantemente la prova di maturità al liceo musicale di Cuneo dopo cinque anni di studio in pianoforte e batteria: "La musica aiuta ad affrontare una disabilità"

Tra Bach e il "rock", quando la musica ti aiuta a superare le sfide della vita: la storia di Ilenia e del suo 100 all'Ego Bianchi di Cuneo

“La musica ha dato tanto a mia figlia, è un grosso aiuto per affrontare una disabilità. Suonando il pianoforte è migliorata nella concentrazione che le è stata utile ad affrontare anche le altre materie come matematica”. A dirlo con gioia è Renata Ravotti, la mamma di Ilenia Castagnoli, ragazza di Robilante con sindrome di Down a seguito del conseguimento di diploma al Liceo Musicale Ego Bianchi di Cuneo con il punteggio massimo di 100.

“Sinceramente non ci aspettavamo un risultato del genere”
– continua la mamma – “sicuramente è stato premiato il percorso di questi anni e il lavoro svolto con l’insegnante di pianoforte Maria Vittoria Isasca che ha dimostrato una particolare predisposizione e sensibilità nell’insegnamento.”

La vita di Ilenia è sempre stata contornata dalla musica. Già a tre anni studia il metodo Suzuki alla chitarra per poi passare intorno all’età di sei anni all’istituto Paganini di Savigliano dove comincia a studiare pianofrote dimostrando una particolare predisposizione per la musica.

“Quando ha iniziato il Liceo doveva scegliere un secondo strumento” – ci spiega mamma Renata – E ci ha confidato: ‘voglio suonare la batteria’. E così in questi cinque anni ha sviluppato conoscenze percussive e continuato l’apprendimento del pianoforte. Nonostante i primi tempi un po’ difficili i compagni e gli insegnanti si sono dimostrati attenti e affettuosi con Ilenia.”

Nell'esame di maturità ha dovuto affrontare una prova semplificata, ma strutturata nella stessa modalità degli altri compagni. Qui ha dovuto dimostrare la conoscenza delle scale ed eseguire Bach (“che adora”) e altri brani. Anche il presidente esterno di commissione si è stupito per la bravura nell’esecuzione di Ilenia.

"Ci tengo a ringraziare in primis le insegnanti di sostegno Enrica Dogliani e Patrizia Fasano." - continua la mamma - "Oltre senz'altro alla professoressa Isasca. Con lei continueremo nell'apprendimento della musica presso l'istituto musicale di Dronero. Inoltre, ringrazio, chi ha seguito Ilenia nel percorso di alternanza scuola-lavoro che ha svolto lo scorso anno presso la banda di Fossano. Un'esperienza bellissima."

E ora?

"Ora un po' di meritato riposo dopo le fatiche della maturità. E chiuso il capitolo scuola ora si apre quello dell'inserimento nel mondo del lavoro. In questo senso una grossa mano ci è data dal centro 'Down' di Cuneo e dal progetto 'Io Posso'."

Sempre, però, con la musica nel cuore.

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium