/ Agricoltura

Agricoltura | 10 luglio 2019, 17:10

Agricoltura: nuova PAC, altro rinvio a settembre

Cia Cuneo: " Allo stato attuale, l’ipotesi più probabile è l’avvio della nuova Pac al primo gennaio 2022, ma ci sono anche ipotesi attendibili che prefigurano l’avvio al 2023"

Agricoltura: nuova PAC, altro rinvio a settembre

 Bisognerà attendere il prossimo settembre per riprendere la discussione della nuova Pac (Politica Agricola Comunitaria), dopo che il precedente Parlamento europeo aveva scelto di non procedere alla votazione sulla stessa.

La possibilità di avviare la nuova Pac entro il primo gennaio 2021 appare a questo punto impraticabile – spiegano i consulenti della Cia di Cuneo - . Allo stato attuale, l’ipotesi più probabile è l’avvio della nuova Pac al primo gennaio 2022, ma ci sono anche ipotesi attendibili che prefigurano l’avvio al 2023. A tal fine dovrà essere stabilito un periodo transitorio per il mantenimento degli attuali pagamenti diretti e dei PSR fino all’approvazione della nuova Pac. Il nostro obiettivo è la continuità dei pagamenti per gli agricoltori”.

La principale novità 2021-2027 è il New delivery model (nuovo metodo di lavoro o nuova modalità di attuazione), che consiste in un maggiore potere decisionale conferito agli Stati membri, i quali parteciperanno alla scrittura della Pac, presentando un unico piano strategico nazionale.

Gli Stati membri godranno di una maggiore flessibilità per quanto riguarda le modalità di utilizzo delle dotazioni loro assegnate e potranno progettare programmi su misura che rispondano più efficacemente alle preoccupazioni degli agricoltori e delle comunità rurali.

La Pac 2021-2027 sarà dunque decisa per circa il 50% a Bruxelles e per il restante 50% a livello nazionale.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium