/ Cronaca

Cronaca | 11 luglio 2019, 18:44

Migliorano le condizioni di salute del prete di Sale Langhe, ricoverato lunedì scorso in ospedale

Don Aldo si sta riprendendo, anche se è ancora intontito. Il malore sarebbe stato causato da una dose massiccia di sonnifero che però il parroco non ha assunto spontaneamente

Don Aldo Galleano

Don Aldo Galleano

Sono in leggero ma costante miglioramento le condizioni di don Aldo Galleano, il parroco di Sale Langhe, Priero, Mombarcaro e Sale San Giovanni che, alcuni giorni fa, ha avuto un malore in casa sua.

Soccorso da alcuni parrocchiani, lunedì nel tardo pomeriggio è stato ricoverato presso l'ospedale di Mondovì. Molto probabilmente il suo malore è stato causato dall'assunzione eccessiva di un farmaco, forse un sonnifero, che il prete avrebbe ingerito a sua insaputa.

Secondo la sua stessa ricostruzioni dei fatti, alcune ore prima di stare male, ha pranzato insieme ad un conoscente che in mattinata lo aveva aiutato a fare dei lavori in casa.

Don Aldo ha anche riferito di ricordare che mangiando il riso e bevendo il caffè aveva notato che il cibo non era buono, perché di sapore amaro. Dopodiché era stato preso da una forte sonnolenza e proprio nel letto, addormentato, lo hanno trovato i suoi parrocchiani. Per cercare di ricostruire quanto è accaduto, gli inquirenti starebbero cercando la persona che ha mangiato con lui, per ascoltare la sua versione dei fatti come, almeno al momento, testimone di quelle ore trascorse con don Aldo.

In un primo momento i medici avevano ipotizzato che il malore fosse causato da un colpo di calore o da un ictus, ipotesi però scartate nelle ore successive al ricovero. Ulteriori esami avrebbero invece evidenziato una sorta di avvelenamento, dato da una dose eccessiva di un farmaco che, con tutta probabilità, dovrebbe essere un sonnifero. In queste ore don Aldo, si sta riprendendo anche se l'effetto del farmaco preso in grande quantità continua a farlo rimanere in uno stato di torpore.

Tutto il Cebano ha vissuto momenti di ansia quando ha saputo che don Aldo - prete molto amato - non si era sentito bene. La situazione, però sta lentamente tornando alla normalità e quando se la sentirà sarà lui stesso a dare ulteriori informazioni su quello che gli è accaduto. Intanto, da una prima ricognizione nella sua abitazione, pare che sia sparito il portafoglio ed una busta con delle offerte per la Chiesa.

NaMur

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium