/ Attualità

Attualità | 12 luglio 2019, 19:51

Fossano: c'è ancora tempo domani per firmare per la salvaguardia dei beni comuni

Sabato 13 luglio il banchetto per la proposta di legge di iniziativa popolare in piazza Bima dalle 10 alle 11.30

Fossano: c'è ancora tempo domani per firmare per la salvaguardia dei beni comuni


Tornerà domani, sabato 13 luglio, in piazza Bima a Fossano (vicino al bastione) il banchetto per la raccolta firme finalizzata alla proposta di legge per la tutela dei beni comuni.

Acqua, boschi, spiagge, cime appartengono all'intera comunità e, come tali, necessitano - secondo il Comitato Popolare Difesa Beni Pubblici e Comuni "Stefano Rodotà", promotore dell'iniziativa e già organizzatore dei Referendum sull'acqua e i servizi pubblici del 2011 - di essere adeguatamente protetti attraverso l’inserimento dei “beni comuni” all’interno del codice civile. L’obiettivo è di superare a livello normativo la contrapposizione tra bene pubblico e privato nella tutela del nostro patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico.

Affinché il governo centrale prenda una posizione chiara a favore della tutela dei beni comuni è stata indetta una raccolta firme su tutto il territorio nazionale per una proposta di legge di iniziativa popolare (www.generazionifuture.org).

Nel comune di Fossano, lo scorso sabato sono state raccolte 80 firme in un'ora e mezzo: un ottimo risultato se si pensa che equivale a circa una firma al minuto. Soddisfatti i promotori locali che hanno scelto di replicare domani, sabato 13 luglio dalle ore 10 alle ore 11.30.

Per chi fosse interessato all’iniziativa ma impossibilitato domattina ad apporre la sua firma sui moduli, può rivolgersi all’ufficio elettorale del comune di Fossano negli orari di apertura fino al 30 luglio.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium