/ Attualità

Attualità | 15 luglio 2019, 19:06

Alba, Comune e volontari lavoreranno a piano per gestire l'emergenza bombe d’acqua

In meno di 24 ore caduti oltre 100 mm di pioggia. Mercoledì confronto tra assessore e gruppi cittadini per aggiornare i piani di intervento in caso di nuove violente precipitazioni

Corso Cortemilia allagato dalla pioggia nella serata di ieri, domenica 14 luglio

Corso Cortemilia allagato dalla pioggia nella serata di ieri, domenica 14 luglio

Oltre 100 millimetri d’acqua caduti in meno di 24 ore. Questo il bilancio dell’ondata di maltempo che sembra aver appena abbandonato la zona di Alba, teatro dal pomeriggio di ieri di piovaschi di forte intensità che hanno costretto i tecnici del Comune e i volontari della protezione civile a numerose interventi legati ad allagamenti stradali – che nella serata di ieri hanno riguardato i corsi Cortemilia ed Europa, mentre oggi hanno interessato soprattutto strade secondarie e di campagna –, esondazione di fossati e caduta di rami dagli alberi, mentre l’intervento più significativo realizzato oggi dai Vigili del Fuoco del Comando albese si è svolto a Sant’Antonio di Magliano Alfieri, per il prosciugamento di un locale privato invaso dall’acqua.

Come da previsioni meteo, col procedere del pomeriggio la precipitazione è fortunatamente cessata, lasciando spazio a previsioni che per la giornata di domani, martedì 16 luglio, parlano di una giornata soleggiata, con temperature comprese tra i 13° e i 28° C, mentre nuovi temporali sono sì attesi, ma soltanto tra qualche giorno.

"E fortunatamente, perché difficilmente terreni già così fradici di pioggia potrebbero assorbire ulteriori quantità d’acqua", spiega sollevata la dottoressa Laura Campigotto, dirigente responsabile della Protezione Civile comunale, che tra ieri e oggi ha coordinato le squadre di volontari che hanno monitorato il territorio di Alba intervenendo al fianco dei tecnici là dove le numerose segnalazioni arrivate da privati hanno richiesto un pronto intervento.

Gli stessi gruppi di volontari (Protezione Civile comunale, Proteggere Insieme, Nucleo di Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Misericordie e Croce Rossa Italiana) sono ora attesi alla riunione operativa programmata per questo mercoledì dalla stessa dirigente e dall’assessore Massimo Reggio, con l’obiettivo di aggiornare il piano di azione nell’eventualità di possibili nuove emergenze legate ai sempre più frequenti episodi di tempeste e bombe d’acqua. 

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium