/ Attualità

Attualità | 15 luglio 2019, 15:19

Alba sotto l’ennesimo nubifragio, Gatto: "La nuova Giunta porti avanti il lavoro già avviato dall’Amministrazione Marello"

Il capogruppo Pd ricorda gli interventi messi in campo sul delicato fronte della prevenzione dal rischio idrogeologico con l'affidamento di uno studio sui versanti collinari di San Cassiano e corso Cortemilia e il recente stanziamento di 60mila euro per sondaggi e ispezioni sullo stato di rii e condotte idriche

Corso Cortemilia invaso dall'acqua nel pomeriggio di ieri, domenica 14 luglio

Corso Cortemilia invaso dall'acqua nel pomeriggio di ieri, domenica 14 luglio

Non un intervento polemico, ma un appello affinché sull’impegnativo fronte della prevenzione dal rischio idrogeologico la nuova Giunta guidata da Carlo Bo faccia tesoro di quanto già impostato dalla precedente Amministrazione a guida Maurizio Marello.

E’ quanto arriva da Alberto Gatto, capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale ed esponente di spicco della coalizione "Uniti per Alba", la formazione che nella stessa assemblea riunisce i quattro gruppi di opposizione al centrodestra appena asceso alla guida della città.  

"A partire dal tardo pomeriggio di ieri, domenica 14 luglio – rimarca Gatto, sino alla scorsa primavera impegnato in prima persona in questo delicato ambito come come assessore delegato ai Lavori pubblici –, in alcune zone della città è scesa una grande quantità d’acqua (circa 50/60 mm; ad adesso circa 100 mm) mista ad aria, che ha causato allagamenti a strade e cantine private. Le zone più colpite sono state quelle di corso Cortemilia, nel tratto compreso tra via De Gasperi e via Montebellina, e via Monsignor Stoppa, all’angolo con corso Europa. Esprimiamo perciò solidarietà e vicinanza a tutte le persone che sono state colpite da questo nubifragio".

"Si tratta di episodi – rileva poi il consigliere – che purtroppo già in passato si sono verificati, l’ultima volta nel settembre scorso, e che accadranno sempre di più a causa dei mutamenti climatici. Proprio per queste ragioni l’Amministrazione Marello aveva cercato di porre rimedio a questa sempre più cogente problematica. Innanzitutto incaricando un ingegnere per la redazione di uno studio idraulico per i versanti collinari di San Cassiano e corso Cortemilia. E ancora ad aprile, con l’ultima variazione di bilancio, stanziando 60mila euro utili a realizzare sondaggi e ispezioni su rii e condotte idriche cittadine, così da rilevare le situazioni maggiormente critiche e programmare anche qui i necessari interventi".

"Questo lavoro è indispensabile per affrontare il problema e cercare di minimizzarlo il più possibile – è l’appello di Gatto –. Per questo, senza intenti polemici ma in un’ottica di massima collaborazione su un tema che riguarda la città e va oltre le appartenenze politiche, sollecitiamo la nuova Amministrazione ad accelerare il passo e ad andare avanti rapidamente su questo importante tema, affinché tutte le volte che piove con una certa intensità non si ripeta uno scenario simile".

E. M.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium