/ Attualità

Attualità | 16 luglio 2019, 17:25

Fossano: a Riccardo Bonavita la Croce al Merito della FIODS

Grande riconoscimento da parte della Federazione Mondiale dei Donatori di Sangue, che ha sede a Parigi, al donatore benemerito dell’AVIS e storico segretario della sezione della città degli Acaja

Fossano: a Riccardo Bonavita la Croce al Merito della FIODS

Venerdì 12 luglio, presso la Sala Rossa del Comune di Fossano, è stato conferito a Riccardo Bonavita da parte del Presidente Provinciale e Regionale Avis Giorgio Groppo, la Croce al Merito della FIODS , la Federazione Mondiale dei Donatori di Sangue che ha sede a Parigi ed è presieduta dall’italiano Gianfranco Massaro.

Alla cerimonia, volutamente organizzata in modo semplice, hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni, quali Comune di Fossano, Banca CRF, Fondazione CRF e  Fondazione CRC  ed è stato inoltre letto un messaggio del Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia, già Presidente della Provincia di Cuneo , che si sono uniti ai rappresentanti delle Sezioni avisine del territorio e dei famigliari.

Riccardo Bonavita, donatore benemerito dell’AVIS ( medaglia d’oro ) e storico segretario della sezione di Fossano, si è distinto nella sua città non solo nell’ambito dell’associazione avisina, ma nel suo essere cittadino aperto alla realtà fossanese con intraprendenza, dedizione, passione e con una straordinaria propensione al sociale.

Nato a Cuneo il 25-08-1928, autodidatta di formazione , fu per tanti anni contitolare di una tipografia cittadina, la TEC ( di cui era stato cofondatore ), e successivamente segretario - amministratore della casa di riposo “ Clinica Avagnina “. Proprio la competenza acquisita nell’esercizio della sua attività lavorativa rese molto prezioso ed incisivo il suo impegno di volontariato presso il “Monsignor Signori “, istituto di assistenza della Diocesi di Fossano, dove seguì il percorso dei “ suoi ragazzi “ con amorevole attenzione offrendo una fraterna collaborazione alle suore che per molti anni ressero l’ente, passato poi ad altra congregazione.

Va dato atto a Riccardo Bonavita, soprattutto, di rappresentare per Fossano la “ memoria storica “ della sezione AVIS, di cui ha seguito il percorso fin dalla sua costituzione, quando, nel lontano 1946, grazie all’appello della carismatica Maddalena Baravalle , si fece strada il primo gruppo di volontari del sangue. Iscritto alla sezione nel 1958 con la tessera n. 70 , fu donatore fino al 1985.

Ricoprì l’incarico di segretario dal 1972 al 2001 con encomiabile dedizione e spirito di servizio, interiorizzando la sua partecipazione alle vicende dell’associazione e dei donatori fossanesi con l’affetto e l’intensità di un legame famigliare.

Nel 1976, nella triste circostanza del terremoto in Friuli del 6 maggio, insieme ai compagni di sezione e ad altre associazioni fossanesi, fu promotore di un’iniziativa di soccorso ai paesi devastati: furono inviate 3 roulotte nella cittadina di Osoppo, dove in seguito, nei lavori di ricostruzione del centro abitato, fu intitolata una strada proprio alla sezione AVIS di Fossano.

Dal 1973 al 2001 fu componente del Consiglio Direttivo dell’AVIS provinciale Cuneo e dal 1978 al 2004 componente del Consiglio regionale AVIS Piemonte. Anche in questi ambiti profuse il suo impegno non solo con padronanza di competenze tecniche ma con apertura alla dimensione umana del suo ruolo, offrendo contributi di pensiero saggio ed autorevole. Il 28 giugno 1981gli fu consegnato dall’AVIS provinciale il premio “Oscar della generosità”, a pieno riconoscimento del prezioso servizio offerto all’istituzione avisina.

Anche dopo aver consegnato la “fiaccola” a nuovi dirigenti ha continuato a seguire la vita di sezione con affetto e vigile attenzione .

Nel 2018 il Consiglio Direttivo, all’unanimità, facendosi interprete anche dei sentimenti di tanti avisini fossanesi che ne hanno conosciuto ed apprezzato l‘impegno e l’apertura alla solidarietà, ha conferito a Riccardo Bonavita la carica di Presidente Onorario della sezione in occasione del suo 90° compleanno, che, per felice coincidenza, cadeva proprio nell’anno delle celebrazioni del 90° anniversario dell’AVIS nazionale. La pergamena gli é stata consegnata nell’abbraccio di tutti i rappresentanti dell’Avis fossanese e del Presidente dell’Avis provinciale e regionale Giorgio Groppo. A onore della sezione e di tutta la città.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium