/ Economia

Economia | 16 luglio 2019, 07:07

Gomme invernali, quali scegliere per la propria auto?

La stagione invernale implica degli obblighi per gli automobilisti fondamentali per mantenere l’auto sempre efficiente come il cambio di gomme.

Gomme invernali, quali scegliere per la propria auto?

La stagione invernale implica degli obblighi per gli automobilisti fondamentali per mantenere l’auto sempre efficiente come il cambio di gomme. Infatti, in questo periodo dell’anno le gomme invernali devono essere montate per guidare in assoluta sicurezza anche nelle condizioni più estreme.

In caso di pioggia o neve riducono il rischio di aquaplaninig grazie allo speciale disegno che garantisce una espulsione maggiore di acqua e neve o fango rispetto ai penumatici estivi. Ecco quali pneumatici invernali scegliere per la propria auto.

Caratteristiche dei migliori pneumatici invernali

Una delle caratteristiche che consente di distinguere quali sono le migliori gomme invernali è la presenza di un particolare tipo di mescola che assieme a delle piccole lamelle si riscalda con il rotolamento delle stesse gomme assicurando una ottima aderenza al terreno quando la temperatura dell’asfalto è bassa.

Le gomme termiche M+S sono una particolare tipologia di pneumatici che garantiscono una perfetta aderenza su fondi stradali anche in presenza di neve e ghiaccio. Queste gomme si distinguono per la presenza di tasselli invernali e intagli che favoriscono la presa diretta sulla strada e un efficiente drenaggio.

Lo spessore del battistrada è un’altra delle caratteristiche da tenere in alta considerazione nella scelta delle gomme invernali. Per assicurarsi che le gomme abbiano una presa migliore sull’asfalto innevato è indispensabile verificare lo stato di usura delle gomme termiche.

Gli pneumatici che presentano uno spessore del battistrada al di sotto di 1,6 millimetri non può garantire una aderenza ottimale e compromette la guida, tanto da far perdere la direzionalità della vettura.

Modelli di migliori pneumatici invernali

I modelli di gomme invernali disponibili in commercio sono numerosi, tanto che spesso risulta difficile scegliere. Tuttavia, la soluzione per fare una scelta oculata è quella di acquistare le gomme a seconda dell’utilizzo che se ne deve fare.

Per prima cosa bisogna fare la distinzione fra i due tipi di pneumatici invernali:

  • Pneumatici Touring – si tratta di gomme progettate per aumentare il comfort di guida

  • Pneumatici performance – sono gomme che sono state progettate per svolgere attività sportive

Tra le migliori gomme invernali troviamo il Continental WinterContact TS 860, che si contraddistingue per la tenuta e la qualità di guida sulla neve, il Dunlop Winter Response 2, che assicura una perfetta aderenza su neve e ghiaccio grazie al particolare disegno del battistrada, con intagli della spalla inclinati a 45 gradi.

Altro pneumatico considerato tra i migliori è il Firestone Winterhawk 3, che si distingue per la nuova mescola a tecnologia NanoPro-Tech ad alto contenuto di silice, dettagli che migliorano la trazione su terreni con neve e ghiaccio. La rigidità del battistrada aumenta la durata del pneumatico.

Anche il Nokian WR D4 è tra i pneumatici migliori, con un battistrada rivoluzionato, che presenta al centro blocchi piccoli di varie forme e dimensioni, studiati apposta per assicurare ottima motricità sulla neve.

Gomme per tutte le stagioni

In Italia la legge obbliga i conducenti a dotarsi di pneumatici invernali su determinate tipologie di strade a partire dal 15 novembre fino al 15 aprile dell’anno seguente. Tuttavia, il codice della strada prevede una sorta di tollerabilità di 30 giorni per montare e smontare le gomme.

Chi non desidera fare questo cambio ogni volta la soluzione ideale è quella di dotare la vettura di pneumatici per tutte le stagioni, che si adattano a qualsiasi condizione meteo. Si tratta di gomme appositamente studiate per garantire una guida in assoluta sicurezza e una aderenza perfetta sull’asfalto in qualsiasi condizione.

Questi pneumatici sono caratterizzati dal disegno del battistrada con intagli maggiori nella zona centrale, mentre le spalle assicurano una aderenza ottimale in curva sull’asciutto.



ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium