/ Attualità

Attualità | 17 luglio 2019, 09:12

Non solo Politecnico: Mondovì raddoppia le università

In queste ore l'accordo con la cinese Hengshui High School, che invierà i suoi studenti nel capoluogo monregalese, presso l'Academia Montis Regalis, per lo studio della musica antica e barocca. Il primo anno di corsi dovrebbe scattare già quest'autunno

Immagine tratta dal sito dell'Academia Montis Regalis

Immagine tratta dal sito dell'Academia Montis Regalis

Mondovì non lascia, raddoppia: la riattivazione del primo anno di Ingegneria presso la sede cittadina del Politecnico di Torino non resterà, nell'anno corrente, l'unico bagliore universitario nel panorama scolastico del capoluogo monregalese.

Infatti, la Fondazione Academia Montis Regalis dal mese di gennaio 2019 ha avviato un progetto di formazione rivolto a studenti provenienti da tutto il mondo e che vogliono affrontare gli studi accademici in realtà italiane dedicate specificamente al settore della musica classica; l'iniziativa, nello specifico, prevede, attraverso la convenzione che regola l'Accademia Internazionale di Fiesole e la Fondazione Academia Montis Regalis, lo sviluppo del settore della musica antica e barocca con la creazione di un dipartimento universitario specifico nell'attuale sede di Mondovì.

Pertanto, in questi mesi, avvalendosi delle relazioni internazionali con il mondo cinese, l'Academia Montis Regalis ha avviato una partnership con la Hengshui High School, scuola media superiore con oltre 4mila allievi e riconosciuta come uno degli istituti di eccellenza sulla formazione musicale della Repubblica cinese. 

L'accordo dovrebbe già essere stato sottoscritto in queste ore, in quanto una delegazione monregalese, della quale fa parte anche il vicesindaco Luca Olivieri, si è recata in Asia in occasione del "Prominent School Lerague's Education Forum for Countries along the Belt & Road & the International Culture, Education & arts Festival", a margine del quale la fondazione dovrebbe aver firmato i documenti ufficiali firmerà per la regolamentazione dell'attività che darà, per il prossimo autunno, il via al primo corso universitario a Mondovì.

Come spiegano dal municipio, "l'operazione condotta dalla Fondazione, oltre che a importanti risvolti culturali e musicali, avrà per il nostro Comune una ricaduta considerevole anche sul turismo e contribuirà alla conoscenza della nostra città in ambito internazionale. Anche per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno inviare il vicesindaco Olivieri in Oriente, al fine di suggellare rapporti di scambio con la Cina".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium