/ Cronaca

Cronaca | 17 luglio 2019, 20:02

Bagnolo Piemonte, ventiseienne condannato a 4 anni per rapina e lesioni

Nel settembre 2017 il giovane aveva aggredito e rapinato un cittadino cinese

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

I fatti risalivano al 27 settembre 2017. Un cittadino cinese aveva chiamato i carabinieri lamentando di essere stato aggredito mentre lavorava nel suo orto a Bagnolo Piemonte. Aveva raccontato di aver visto un uomo che stava prendendo il contenuto del giubbotto che aveva lasciato sul motorino parcheggiato. Lo aveva raggiunto chiedendogli di restituirgli quello che si era preso, un cellulare e 500 euro in contanti: “Ci siamo presi per le mani. Lui ha reagito prendendomi a pugni, mi ha fatto cadere un dente. Mi ha anche morso un dito ed ha provato a colpirmi in testa con un ramo. Allora ho deciso di lasciar perdere ed è fuggito”. La vittima, portata in ospedale, aveva ricevuto una prognosi di 7 giorni.

M.H., 26enne pregiudicato di origine marocchina, residente nel Saluzzese, è stato condannato oggi dal tribunale di Cuneo a 4 anni e 2 mesi di reclusione per rapina e lesioni personali aggravate.

I carabinieri lo avevano fermato casualmente qualche giorno dopo. M.H. aveva un dito ferito e indossava un giubbotto nero, così come il cittadino cinese aveva descritto: “Lo conoscevo già per episodi precedenti”, ha dichiarato uno dei militari. “Ho pensato subito che si potesse trattare dell'imputato. Avevamo già ricevuto una segnalazione da parte di un'anziana di Barge. Si era lamentata che, dopo avergli fatto fare dei lavori in casa, lui continuava a presentarsi al suo cancello con fare molesto”.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium