/ Eventi

Eventi | 17 luglio 2019, 18:58

A Cravanzana tutto pronto per la 35ª edizione di «‘na Vià tuc ënsem»

Il tradizionale appuntamento estivo promosso dall’Associazione Studi torna sabato 20 luglio con una divertente commedia portata in scena nel giardino del castello. Domenica 21 messa cantata nella parrocchiale

La compagnia teatrale dell'Associazione per gli Studi su Cravanzana, protagonista del tradizionale evento estivo

La compagnia teatrale dell'Associazione per gli Studi su Cravanzana, protagonista del tradizionale evento estivo

Torna, il terzo fine settimana di luglio, la 35ª edizione della veglia cravanzanese che da sette lustri ininterrotti racconta storie, personaggi e tradizioni di Langa.
Per il 2019 il tema di fondo è l’impegno che associazioni, pro-loco, singole persone profondono per tenere vivi e attrattivi i nostri piccoli borghi districandosi tra regolamenti sempre più complicati e fondi sempre più scarsi.

Sabato 20 luglio alle 21 nel giardino del castello di Cravanzana l’argomento sarà presentato, secondo tradizione, con una commedia che vuole essere un omaggio e un ringraziamento proprio a questi enti e persone che dedicano il loro tempo al paese in cui vivono e al quale sono legati da profonde radici.

Sul palcoscenico si srotolerà un'allegra e scanzonata metafora della lotta tra il  privato tornaconto e il bene della comunità.
Il lavoro, scritto da Walter Gabutti  e recitato dagli attori della Associazione per gli Studi su Cravanzana, è intitolato “Mài ën tëŕ nisòŕe, mài ën tŕa vandëmmia” (Mai nelle nocciole e mai nella vendemmia).
Il protagonista è un improbabile parroco di campagna, molto amante del buon cibo, troppo interessato ai raccolti dei suoi due piccoli poderi e in perenne lotta con un campanile che fa le bizze. Tutto ciò lo distoglie ovviamente da impegni spirituali più alti e, per questo, deve fronteggiare quotidianamente la sincera e ingenua devozione che i suoi fedeli hanno nei confronti dei due santi protettori.
Al termine della serata, dopo averne tanto parlato sul palcoscenico, sarà servita al pubblico “la colazione del parroco”.

La domenica mattina alle 9.30 nella chiesa parrocchiale sarà celebrata una messa cantata di ringraziamento per la 35ª Veglia: sarà anche l’occasione per ricordare le persone che il Buon Dio ha chiamato a sé e che in questi anni hanno dato un contributo di idee e di lavoro per l’Associazione per gli Studi su Cravanzana. Il canto liturgico sarà eseguito dal coro della comunità, dalla violinista Silvia Cavallotto e da Gabriella Settimo all’organo e voce soprano. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium