/ Eventi

Eventi | 19 luglio 2019, 19:47

Fossano: consegnati 18mila Euro dagli Amis d’la Madlana a Camminare Insieme

Serviranno a dare forza al progetto di orti superabili a Cascina Pensolato per tutti i disabili

Fossano: consegnati 18mila Euro dagli Amis d’la Madlana a Camminare Insieme

È stata una serata commovente quella di ieri sera, giovedì 18 luglio, nella sede dell’ANA a Fossano, una serata che è il coronamento di oltre un anno di collaborazione tra l’associazione Camminare Insieme, che riunisce le famiglie con figli disabili, e il gruppo di musica tradizionale “Amis d’la Madlana” che hanno letteralmente camminato insieme portando avanti una campagna di raccolta fondi durata oltre un anno che ha superato ogni aspettativa: l’obiettivo di raggiungere la quota 10mila Euro inizialmente ipotizzata è stato quasi raddoppiato consentendo alla folk band fossanese di donare a Camminare Insieme ben 18mila Euro.

A raccontare le tappe di questo percorso è stato Gianni Bruno degli Amis d’la Madlana, ieri tra l’altro festeggiato nel giorno del suo compleanno: “Fare del bene fa bene innanzitutto a noi. Tempo fa Lorenzo Ballario ci fece capire che avremmo potuto usare quel po’ di fama che abbiamo per raccogliere dei fondi. Grazie a lui iniziammo con la raccolta fondi a sostegno delle famiglie che devono trascorrere molto tempo al fianco di pazienti oncologici e ora abbiamo fatto questo percorso con Camminare Insieme”.

Il progetto ha preso avvio il 23 marzo del 2019 con la presentazione dell’idea di raccogliere fondi per l’associazione. Da lì gli Amis d’la Madlana hanno iniziato una serie di eventi chiedendo ai privati di contribuire alla raccolta fondi con le loro iniziative. È partita così una serie di feste di compleanno in cui i festeggiati chiedevano agli invitati di non fare regali, ma partecipare alla raccolta. Si è creato, in questo modo, un fondo iniziale, poi incrementato dai tanti concerti degli Amis d’la Madlana in tutta la provincia di Cuneo grazie a una rete di Pro Loco che hanno sposato la causa con entusiasmo. Oltre un anno di concerti, feste, sorrisi, commozione ed ecco il risultato che è sorprendente, ma conoscendo la forza comunicativa degli Amis d’la Madlana, nemmeno troppo.

Gli Amis d’la Madlana, ieri, hanno ringraziato i privati, le Proloco e i comuni che li hanno voluti ad allietare le loro feste: i comuni di Rocca Cigliè e di Ormea; le Pro Loco di Ferrere Alta Valle Stura, di Sant’Antonino di Salmour; di San Lorenzo di Fossano; di San Sebastiano di Fossano; di Mellea di Fossano, di Maddalene di Fossano, di Roaschia, di San Benedetto Belbo e gli organizzatori della festa di Poggio di Niella Tanaro.

Ad ospitare la conferenza stampa di ieri sera e la successiva pizza, anch’essa utile a raccogliere fondi per iniziative meritevoli, è stata l’ANA di Fossano, un luogo scelto non a caso, come sottolineato anche dal presidente Maurizio Castelli, per il legame di valori tra le diverse realtà coinvolti: solidali e conviviali allo stesso tempo.

“Dietro all’elenco dei concerti e delle feste c’è stato un grandissimo lavoro – ha detto Simona Ballario di Camminare Inieme -. In questo anno e mezzo abbiamo riso molto e questa è stata una grande opportunità. Spesso i genitori di figli disabili faticano a parlare di disabilità temendo di non essere capiti o di suscitare pietismo. Parlarne con il sorriso ci ha permesso di far capire che non esistono bambini speciali, ma bambini e basta. Abbiamo potuto far capire la disabilità in termini di normalità e tutto questo ci rende veramente grati”.

Anche Gianfranco Mondino, presidente della Fondazione CRF e da sempre vicino alle associazioni del territorio ha applaudito all’iniziativa: “Sono orgoglioso perché gli Amis d’la Madlana fanno cose splendide: cantano, si divertono e riescono a farlo con tanta generosità e facendo del bene”.

Ora è giunto il momento di dare vita a un progetto con i 18mila Euro raccolti e a raccontare come questo denaro sarà speso è stato Andrea Cravero, presidente di Camminare Insieme: “Nel 2017 sono stato tra i soci fondatori di Cascina Pensolato. Nel 2018 abbiamo partecipato a un bando e siamo riusciti a realizzare i cosiddetti orti superabili, accessibili a chi ha una disabilità. Il progetto in questo momento è in stand-by e grazie a questo finanziamento e ad altri che ci sono già stati promessi riusciremo a farlo partire. Abbiamo pensato a un progetto che rimanesse nel tempo, che desse continuità a quello che è stato fatto in questi mesi, anche perché potesse essere sotto gli occhi di chi ci ha sostenuto. Non sarà un’iniziativa riservata a Camminare Insieme, ma a tutti”.

Un’iniziativa che ha un notevole valore aggiunto, come sottolineato in conclusione da Simona Ballario, nel creare anche un’opportunità di lavoro per i disabili, compatibile con le capacità e al contempo fonte di dignità e partecipazione.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium