/ Eventi

Eventi | 20 luglio 2019, 14:27

Il XXXI Premio Giornalistico del Roero apre la sua finestra sul Mondo

Otto riconoscimenti a giornalisti che scrivono su testate: locali, nazionali, internazionali. Premiata anche la nostra giornalista,Tiziana Fantino, per un articolo pubblicato su Targatocn.it e Lavocedialba.it

Il XXXI Premio Giornalistico del Roero apre la sua finestra sul Mondo

Otto riconoscimenti appartenenti alle categorie (locale, nazionale, internazionale) sono stati conferiti nel corso dello premiazione del XXXI° Premio Giornalistico del Roero, svoltosi venerdì sera 19 luglio, in piazza Italia a Canale.
Gli articoli premiati sono stati scelti in base ai temi riguardanti la realtà, la storia e le prospettive future del Roero con riferimenti agli aspetti vitivinicoli e agricoli, economici, tradizionali e culturali.

Una location all'aperto, in un clima estivo con tantissimi invitati, abbracciata dai festeggiamenti ormai imminenti della Fiera del Pesco.

Ad aprire la cerimonia: Gianmario Ricciardi ex direttore Rai 3, volgendo i complimenti per la creazione di un evento divenuto così importante a Giovanni Negro, presidente del Premio Giornalistico del Roero.

Ha preso la parola il presidente Negro: "È bello ed emozionante essere qui stasera,
dove le Valli del Roero si sciolgono verso il Tanaro e vanno, da un lato verso il Monferrato, dall'altro verso le Langhe. Sono storie che si incontrano: quella di Canale, la capitale e, quella di una frazione Monteu Sant'Anna, storia che hanno fatto storia e fanno le nostre: una intuizione divenuta di qualità per tutto il Roero"

Presenti il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, Prefetto di Cuneo Giovanni Russo, il presidente della Fondazione Crc di Cuneo Giandomenico Genta, il senatore Marco Perosino, il senatore Nino Taricco, il consigliere regionale Maurizio Marello, i sindaci del Roero, personalità del mondo politico, turistico, sociale e ambientale del Roero e tantissime persone.

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha fatto un discorso sulla necessità di definire alcune opere importanti, come l'Asti-Cuneo e la Tav: "Ci sono buone probabilità che finalmente riprendano entro l'estate i lavori dell'Asti Cuneo. Altrettante anche per il discorso della Tav, opera che nonostante i tempi lunghi, andrà avanti in modo definitivo. Vista l'esperienza del passato non sono tranquillo fino a quando non sarà approvato, certificato e bollato, perché l'imprevisto sulla Asti-Cuneo e sulla Tav è sempre dietro l'angolo. Sto facendo, prima di tutto, quello che è in mio potere come presidente della Regione, e forse qualcosa in più: sto raggiungendo il limite dello "stalker istituzionale" perché Stato, Anas e autorità, facciano la loro parte in modo di arrivare entro l'estate a fare partire i cantieri. Il mio impegno rimane fermo, con gli occhi vigili fino all'ultimo momento. Non possiamo abbandonare la guardia neanche di un millimetro. Infine sono qui stasera perché voglio ringraziare il presidente Giovanni Negro, per la valorizzazione di un evento giornalistico importante
per il Roero diffuso a livello nazionale ed internazionale".



Il sindaco di Canale Enrico Faccenda ha aperto l'intervento soffermandosi su come la cerimonia sia un'anteprima che permette di dare il via alla Fiera del Pesco: "Aspettavamo da alcuni anni che questa edizione del Premio si svolgesse da noi. Durante la cerimonia sono stati ricordati figure importanti: i Pionieri del Premio, figure fondamentali delle nostre vicende locali. A loro dobbiamo tanto, ma abbiamo la fortuna di vere dei giovani che, con altrettanta buona volontà sono interessati a promuovere i nostri prodotti e dedicarsi all'attività agricola, con la consapevolezza che, ogni Comune della nostra zona ha una sua peculiarità: dalle fragole di Sommariva Perno, alle pesche di Canale, alle etiche di Ceresole, la pera Madernassa di Guarene, e ancora, l'area lungo il Tanaro dove si produce l'orticoltura, tutto di altissima qualità, oltre i vini. Il migliore augurio che voglio fare è che i giovni possano continuare perfezionando questa strada già tracciata. Un'anteprima che ci ha permesso di dare il via alla Fiera del Pesco con l'inaugurazione ufficiale domenica 21 giugno alle 10.30"

La cerimonia si è conclusa con l'Aperarneis in piazza Italia, il grande aperitivo con gli assaggi di molte ecccellenze locali, come le Tinche di Cascina Italia, i salumi di Quadro, il Crudo di Cuneo, la carne di Che Bun e il pane dei panificatori di Alba e i piatti preparati dagli chef.

Sezioni del Premio

Locali

Roberto Fiori, per l'articolo "Roero Days, terra d'orgoglio e di confine" (La Stampa 28 marzo 29019) con la motivazione: Un mirabile affresco delle cantine riunite a Bologna per dipingere le eccellenze di una piccola grande terra

Alberto Fumi, per i numerosi articolo pubblicati sul giornale online, in particolare con "Santo Stefano Roero, i vitigni autoctoni del Roero: confronto con "Vini cugini" (sito Langheroeromonferrato 24 maggio 2019). La motivazione: ha colto il nuovo, la innata sensibilità ambientale che si sta trasformando in alternative e gastronomiche ed ambientali"

Tiziana Fantino
per l'articolo "Lo zafferano coltivato a Magliano Alfieri" (Targatocn e Lavocedialba 9 novembre 2019) con la motivazione: ha saputo scrutare e descrivere le nuove profonde opportunità di una terra che non finisce di sorprendere

Nazionali (Due pari merito che colgono altrettanti aspetti del Roero)

Mariella Morosi per l'articolo "La Tinca di Ceresole incontra i vini e i prodotti del Roero" (Italia in Tavola) per  aver descritto come le unicità gastronomiche del Roero ben si sposano con le sue eccellenze

Giuseppe Carrus per l'articolo "Roero Days, 13 etichette da non perdere" (Gambero Rosso 4 aprile 2019) per aver letto, attraverso le tredici etichette, le grandi e profonde sfumature dei vini del Roero"

Andrea Caglieris con il servizio televisivo "Il paese di Babbo Natale" (RAI Tg2 Costume e Società) per il quadro del Roero offerto, che partendo dal Natale, il sembra un'analisi sociologica di una grande terra

Marco Graziano
per il reportage sui cani trifolau che si svolge a Canale, e per il reportage su Govone, incentrato sui mercatini di Natale. La motivazione:per l'innata capacità di cogliere in un servizio televisivo il link di una terra unica

Internazionali (tra questi c'è una pagina di un giornale cinese che viene segnalata dal presidente del Premio Giornalistico del Roero, e che rappresenta il primo sbarco consistente, ma ancora timido, del Roero in Cina. L'annuncio è del Roero Days)


Vincitore Eleonora Sholes per l'articolo "Roero, uno scatto in avanti" (in lingua russa su Spaziovino). Con la motivazione: un'analisi completa del riscatto di una terra amata, liberata con i suoi prodotti ora sulle tavole di tutto il mondo

È stato premiato con una pergamena anche Carlo Zarri di Cortemilia che ha scritto il libro "Da Sofia a Michel", presentando le realtà culinarie del territorio.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium