/ Attualità

Attualità | 22 luglio 2019, 19:10

Alba, infiltrazioni dai tetti e acqua torbida dai rubinetti: sopralluogo del Comune nelle case Atc di via De Gasperi

Il vicesindaco Emanuele Bolla: "L’Agenzia ci ha assicurato un intervento risolutivo in tempi brevi"

Il complesso Atc di via De Gasperi ad Alba (foto da Fb)

Il complesso Atc di via De Gasperi ad Alba (foto da Fb)

A quaranta giorni dalla nomina su quella che, per importanza, è la seconda poltrona della nuova Giunta albese, il vicesindaco Emanuele Bolla prosegue nel lavoro preparatorio all'impegnativo mandato affidatogli dal primo cittadino Carlo Bo, che al giovane esponente di Fratelli d’Italia ha guardato come alla figura chiamata a dare risposte alle diversificate richieste di attenzione via via raccolte da quartieri e frazioni cittadine.

Nell’affollato novero di segnalazioni in questo senso già entrate nell’agenda della nuova Amministrazione figura anche quanto da tempo lamentato dai residenti nelle case Atc di via De Gasperi, presso corso Cortemilia: problematiche ora oggetto di un’azione che ha coinvolto anche il neo assessore ai Servizi Sociali Elisa Boschiazzo e che nei giorni scorsi ha portato lo stesso Bolla a compiere un approfondito sopralluogo insieme ai tecnici della stessa Agenzia Territoriale per la Casa.

"Quel complesso lamenta purtroppo due ordini di criticità – spiega il vicesindaco –. Da una parte i suoi residenti devono convivere con un serio problema di infiltrazioni dai tetti dello stabile, con le facilmente immaginabili conseguenze all’interno dei singoli appartamenti. Dall’altra si registrano malfuzionamenti nelle rete idraulica, per cui l’acqua proveniente dai rubinetti fuoriesce spesso torbida. Insieme all’assessore Boschiazzo, e grazie all’interessamento del consigliere dell’Atc Piemonte Sud Marco Buttieri, abbiamo ottenuto dall’Agenzia Territoriale per la Casa una previsione di intervento che dovrebbe finalmente portare a una rapida soluzione di entrambi i problemi".

Da sottolineare positivamente, sempre secondo il vicesindaco, sarebbe anche "il nuovo metodo di lavoro che in queste settimana abbiamo inaugurato con l’Atc, alla ricerca di un confronto più fitto e puntuale, con l’obiettivo di mettere gradualmente mano ai diversi ordini di problemi che ci vengono rappresentati anche presso altri complessi di proprietà dell’ente. La stessa attenzione che intendiamo tenere nei confronti delle tante piccole o grandi questioni che ci vengono quotidianamente segnalate dalle periferie e dalle frazioni, con l’obiettivo di garantire a tutti i cittadini identiche risposte e la migliore qualità della vita possibile a prescindere dalla zona di residenza".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium