/ Attualità

Attualità | 23 luglio 2019, 08:00

Boy scout di Savigliano e Cavallermaggiore soggiornano a San Michele Mondovì

Circa 30 ragazzi, accompagnati da una decina di animatori, si sono accampati nella radura della bicocca di San Giacomo, in mezzo ai boschi e al verde, dove stazioneranno sino a sabato 27 luglio

Boy scout di Savigliano e Cavallermaggiore soggiornano a San Michele Mondovì

Vivranno per una settimana all'aria aperta, senza tecnologia, facendosi forza l'un l'altro. Per la loro esperienza hanno scelto San Michele Mondovì, accampandosi nella radura della bicocca di San Giacomo, località nota per la battaglia napoleonica del 19 aprile 1796, incastonata nel verde dei boschi.

Sono circa 30 i ragazzi (dai 12 ai 16 anni d'età), accompagnati da una decina di animatori, provenienti dai gruppi scout gemellati di Savigliano e Cavallermaggiore, che sino a sabato 27 luglio stazioneranno a San Michele Mondovì per il loro campus estivo.

I giovani sono stati divisi in 5 gruppi: a ciascuno di essi, gli animatori forniscono lo stretto necessario. Sono i ragazzi a doversi organizzare e gestire: una volta ottenuti pali e corde, costruiscono i basamenti sopraelevati delle tende, mentre
fronde e rami, assemblati dalle loro mani con il terriccio e il fango, divengono la base dei punti cottura su cui cucinare gli alimenti.

L'amministrazione comunale, per bocca del sindaco Domenico Michelotti, si è detta "felice della proposta che ci hanno fatto gli scout e li abbiamo accolti a braccia aperte e gratuitamente. Grazie ai cantonieri e alla protezione civile abbiamo sistemato l'area e la via d'accesso, danneggiate dagli ultimi temporali.
Abbiamo solo richiesto che tutti gli approvvigionamenti e gli acquisti della settimana vengano effettuati in tutti i negozi e nelle attività del paese
".

Inoltre, "come amministrazione ci siamo attivati e abbiamo fatto da tramite, affinché molte delle attività del campus fossero programmate nel paese:
le camminate sui sentieri naturalistici, una tappa alla panchina gigante in località San Giovanni, la visita alle cappelle, un momento di catechesi con don Marco
e un pomeriggio ludico alla polisportiva con i bimbi dell'estate ragazzi"
.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium