/ Attualità

Attualità | 26 luglio 2019, 20:35

A Savigliano si è concluso il progetto "Io volo" (FOTO)

Cinque ragazze, dopo la formazione, hanno svolto attività di volontariato nelle associazioni cittadine

Melanie

Melanie

Si è concluso il Progetto Io volo edizione 2018, finanziato dalla Fondazione CRSavigliano alla Cooperativa Orso, insieme al Comune di Savigliano, con l’Informagiovani e l’Educativa di Strada, il Consorzio Monviso Solidale e la Cooperativa Caracoll.  

Le ragazze, dopo la formazione nel periodo natalizio, hanno svolto fra febbraio e luglio le attività di servizio nelle associazioni di Savigliano.

Valeria è stata il pomeriggio in Ludoteca/Centro famiglie esplorando e imparando a conoscere il mondo dei bambini molto piccoli.

Melanie supportava in settimana il Centro educativo dell’Oasi giovani con i bambini di I e II elementare e ha partecipato a due settimane di Estate ragazzi.

Asia ha affiancato Romina Panero e gli operatori del laboratorio Marameo leggo e creo, frutto della collaborazione tra Oasi giovani e Biblioteca civica e ha concluso il suo percorso a luglio presso il CAV.

Lisa ha portato il suo contributo alle attività del Centro aiuto alla vita.

Erica ha partecipato ai laboratori del centro diurno dell’A.S.H.A.S., concludendo la sua esperienza presso l’Associazione TAM TAM che gestisce a Savigliano la Bottega del Commercio Equo e solidale.  

Le ragazze sono state accompagnate lungo questo percorso da Mariella Carta della Cooperativa Orso, responsabile dell’Informagiovani e Chiara Reinaudo della Cooperativa Caracol, Educativa di strada di Savigliano.  

Tutte soddisfatte del percorso fatto, di essersi sentite utili per gli altri… qualcuna ritorna a pieno ritmo sugli impegni scolastici, ma in tre hanno espresso il desiderio di continuare l’esperienza anche fuori dal progetto.  

“Le ragazze sono state tutte molto soddisfatte – dice Mariella Carta ovunque hanno trovato una buona accoglienza, hanno avuto la possibilità di sperimentarsi, di scoprire cose nuove su di loro e di sentirsi utili per gli altri”.  

I partner di progetto ringraziano le associazioni che hanno accolto e accompagnato, Ashas, CAV, Oasi giovani, Ludoteca/Centro famiglie e anche a quelle che si erano rese disponibili ma in cui non è stato possibile inserire nessuno.  

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium