/ Attualità

Attualità | 26 luglio 2019, 11:30

Il sindaco di Busca Marco Gallo alla guida dei 175 sindaci dell'Asl CN 1

E' stato infatti eletto presidente della conferenza dei sindaci, succedendo a Federico Borgna, sindaco di Cuneo. Suo vice il primo cittadino di Fossano Dario Tallone

Il sindaco Marco Gallo

Il sindaco Marco Gallo

Il sindaco Marco Gallo è stato eletto ieri presidente dalla Conferenza dei sindaci dell’Asl CN1. L’assemblea  è composta dai sindaci, o loro delegati, dei Comuni che costituiscono l'ambito territoriale dell'Azienda Sanitaria Locale. Vice presidente è stato eletto il sindaco di Fossano Dario Tallone.

La Asl CN1 è composta da 175 Comuni della provincia, suddivisi in 4 distretti, compresi i relativi  ospedali, ad eccezione dell’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo che ha una gestione a sé, e tutte le strutture che forniscono assistenza sanitaria territoriale e servizi di prevenzione. Si è costituita il 1° gennaio 2008 con l’unione delle ex Asl 15 di Cuneo, Asl 16 di Mondovì-Ceva e Asl 17 di Fossano-Saluzzo-Savigliano, da cui ha ereditato scopi, competenze territoriali, ospedali, risorse umane e strumentali.

“Ringrazio, per il grande lavoro svolto prima di me, il sindaco di Cuneo Federico Borgna – dice Gallo - e i colleghi che mi hanno designato. Sono onorato dell’incarico, che cercherò di eseguire al meglio delle mie possibilità, ben conscio della fondamentale importanza del settore, il quale deve rimanere saldamente ancorato al territorio. Spero di mettere a frutto pienamente l’esperienza di sindaco di una città come Busca che ha messo la sanità al centro della sua attenzione ospitando strutture come l’hospice, realizzando la Casa della Salute e dando vita ad un progetto pilota come Città cardioprotetta”.
 
Gli ospedali gestiti dall’ASL CN 1 sono: “SS. Annunziata” di Savigliano, “SS. Trinità” di Fossano,  Ospedale Civile di Saluzzo, “Poveri Infermi” di Ceva, “Regina Montis Regalis” di Mondovì. L’hospice a Busca è centro residenziale di cure palliative dedicato all'accoglienza di pazienti in fase avanzata di malattia.

I Distretti Sanitari costituiscono il punto di riferimento per le funzioni territoriali, si occupano di assistenza dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, servizi di continuità assistenziale notturna e festiva, assistenza farmaceutica, assistenza domiciliare - semiresidenziale- residenziale, assistenza integrativa. Ad essi è anche affidata l’integrazione socio-sanitaria con gli enti gestori dei servizi socio assistenziali.

La Conferenza dei Sindaci dell’Asl definisce, nell'ambito della programmazione socio-sanitaria regionale, le linee di indirizzo per l'elaborazione del piano attuativo locale; esamina ed esprime parere sul bilancio pluriennale di previsione e sul bilancio di esercizio della Asl, rimette alla Giunta regionale le proprie osservazioni, esprime i pareri sull'operato del direttore generale dell'Asl e può chiederne la revoca alla Regione.

NELLA FOTO: Il territorio dell'Asl CN1 diviso in 4 distretti

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium