/ Curiosità

Curiosità | 29 luglio 2019, 20:43

Scrittori nelle vallate: continuano gli appuntamenti di CamminaLibri, prossimo incontro in valle Pesio lungo la via delle Borgate

Ci sarà l'autore taggese Giacomo Revelli

Scrittori nelle vallate: continuano gli appuntamenti di CamminaLibri, prossimo incontro in valle Pesio lungo la via delle Borgate

Prosegue la rassegna CamminaLibri, l’iniziativa culturale delle Aree Protette Alpi Marittime finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo: 4 scrittori in 4 valli (Tanaro, Pesio, Vermenagna, Gesso) che presentano loro opere letterarie e, il giorno dopo, camminano con il pubblico su un sentiero del parco.

Dopo il primo appuntamento, a giugno, a Vernante e a Palanfrè, con Daniele Zovi, venerdì 2 agosto, alle 21, l’incontro è con lo scrittore Giacomo Revelli, presso la sala didattica del Parco naturale del Marguareis (via Sant'Anna 34, Chiusa Pesio).

I libri dello scrittore taggese sono ambientati nelle Alpi Liguri e giocati intorno ai temi del confine e dell’incontro. Non è un caso: lungo gli spartiacque di queste valli corrono infatti mai banali confini politici e amministrativi - qui si incontrano Italia e Francia, Liguria e Piemonte, lingue e culture differenti. Ma queste montagne sono state anche protagoniste di straordinari ritorni naturali, come quello del lupo, che hanno riproposto antichi incontri e nuovi, conflittuali, confini fra uomini e animali. Oggi sono anche una barriera per molti uomini in fuga venuti da lontano: per loro le Alpi sono l’ennesimo ostacolo da superare sul cammino verso una vita migliore. Di questo eterno muoversi, sfiorarsi, incontrarsi, scontrarsi e, più raramente, intendersi parlerà l’autore nel corso della serata (gratuita).

Il dialogo con l’autore proseguirà sabato 3 agosto, sempre in Valle Pesio, lungo la Via delle Borgate: ritrovo ore 9.30, presso il Pilone dell’Olocco raggiungibile in auto dalla frazione Vigna di Chiusa Pesio. L’escursione letteraria si svolge nel bosco (raccomandato abbigliamento da montagna, zaino e una borraccia piena d’acqua) fra radure e borgate abbandonate, con pause ad hoc per chiacchierare con Revelli, per ascoltare letture di brani tratti dalle sue opere, per domandargli quello che alla sera, in più pubblico, nessuno ha osato chiedere. Ai partecipanti, lungo il percorso, sarà offerto uno spuntino.

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium