/ Attualità

Attualità | 05 agosto 2019, 19:22

“L’Unione del Monviso prepari un piano di sviluppo della vallata, la Regione lo finanzierà”: l’annuncio del governatore Cirio in Val Po (FOTO)

Questo pomeriggio, a Paesana, l’incontro tra il presidente della Regione e gli Amministratori locali dell’Ente montano. È la prima iniziativa dell’Amministrazione regionale, che dedicherà tutti i lunedì agli incontri con gli Enti locali: “Si chiamerà il ‘Lunedì del sindaco’ – ha detto Cirio – perché il sindaco è l’avamposto della democrazia e delle Istituzioni sul territorio”

Alcune immagini della visita di Alberto Cirio a Paesana

Alcune immagini della visita di Alberto Cirio a Paesana

Alberto Cirio, governatore del Piemonte, è arrivato a Paesana poco dopo le 13.30.

Ad attenderlo, presso la sede dell’Unione montana dei Comuni del Monviso, il presidente dell’Ente Montano, Emidio Meirone, insieme al “padrone di casa”, il sindaco di Paesana Emanuele Vaudano.

Insieme a Cirio, anche Fabio Carosso, vicepresidente della Giunta Regionale, con le deleghe (tra le altre) a Enti locali e Sviluppo della Montagna.

Carosso, Meirone e Vaudano, pochissimi minuti prima dell’incontro, si sono collegati in diretta con il Tg regionale di Rai 3, proprio di fronte all’edificio di via Santa Croce. Poi, l’incontro, alla presenza di tutti gli Amministratori dell’Unione del Monviso.

In platea anche Mario Anselmo, ex sindaco di Paesana e già presidente dell’Ente Unione, Gabriele Donalisio, ex sindaco di Pagno ma presidente ancora in carica del Bacino imbrifero montano del Po e alcuni spettatori.

L’incontro, in un primo tempo, doveva svolgersi a porte chiuse. Poi, durante i saluti istituzionali, l’annuncio del presidente dell’Unione Emidio Meirone: “Lasciamo che l’incontro rimanga pubblico, estremamente trasparente, come deve essere la politica sulla Montagna”.

Il nostro racconto dell’incontro tra il governatore Cirio e gli Amministratori dell’Unione partirà, però, dalla conferenza stampa, convocata per le 15.30 (in quanto i giornalisti non hanno potuto presenziare alla riunione precedente).

Dopo la riunione avuta con i vertici dell’Unione nel mio ufficio ad Alba – le prime parole del governatore – sono venuto per ascoltare e capire le criticità che ci sono in Valle e sul territorio”.

Quello di quest’oggi, a Paesana, è il primo incontro della Giunta regionale nell’ambito dei “Lunedì del sindaco”: “I sindaci – ha spiegato Cirio – sono gli avamposti della democrazia e delle Istituzioni sul territorio: la gente se la prende sempre col sindaco, per qualsiasi problema, anche non di sua stretta competenza”.

Cirio ha infatti ricordato che, nella struttura delle attività dell’Amministrazione regionale, il lunedì sarà sempre dedicato agli incontri con gli Enti locali. “Abbiamo percepito – ha detto – un senso di abbandono, soprattutto nei territori montani e più marginali, da parte del Governo regionale degli anni passati. È più giusto che 11 assessori si muovano verso gli oltre 1200 sindaci che il contrario”.

L’incontro ha toccato quelle tematiche che, sostanzialmente, avevamo già anticipato qualche giorno prima della visita del governatore, che spaziano “da quelle più immediate a quelle più di prospettiva”.

Ad alcune di queste dedicheremo spazi ad hoc.

Dalla Regione c’è l’impegno – non di poco conto – a finanziare un piano di interventi sul territorio dell’Unione montana del Monviso: “L’impegno se l’è preso in primis l’Unione del Monviso – dirà – che dovrà presentare entro dicembre un piano strategico di sviluppo della vallata. Noi ci siamo impegnati a finanziarlo.

Ci sono già le basi sulle quali lavorare, e vanno dal turismo all’agricoltura, alla valorizzazione dei prodotti tipici del territorio. A noi toccherà inserire il piano nella programmazione dei prossimi fondi europei”.

Poi la “toccata e fuga” al rifugio di Pian Munè di Paesana, località che sta particolarmente a cuore a Cirio, per un fugace (ma lauto) “break”, offerto dai gestori della stazione Marta Nicolino e Valter Bossa.
Di qui il governatore ed il vicepresidente della Regione sono partiti alla volta di Demonte.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium