/ Cronaca

Cronaca | 09 agosto 2019, 14:34

Sollevato con delle corde, lo speleologo francese intrappolato a una profondità di meno 300 metri

Costantemente monitorato da un medico, è stanco ma vigile e in buone condizioni di salute. Immediato l'intervento del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, per recuperare l'uomo rimasto intrappolato al Fiat Lux sul massiccio del Marguareis

Sollevato con delle corde, lo speleologo francese intrappolato a una profondità di meno 300 metri

Prosegue l'operazione di soccorso dello speleologo francese rimasto bloccato ieri pomeriggio - giovedì 8 agosto - nella grotta Fiat Lux sul massiccio del Marguareis nel Comune di Briga Alta. Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) ha approntato una serie di dispositivi di sollevamento su corda che hanno permesso alle squadre di tecnici soccorritori di sollevare lo speleologo in difficoltà dalla profondità di -300 m dove era rimasto bloccato fino a -170 m.

In questo momento lo speleologo sta riposando in una tenda ipogea attrezzata sotto il continuo monitoraggio dei medici del CNSAS che lo assistono da quando è iniziato il recupero.

Nel frattempo, le prime squadre dei tecnici, al lavoro da ieri sera, si stanno avvicendando con nuove squadre fresche e stanno completando l'attrezzamento della parte alta della grotta per rendere più rapido il recupero quando le condizioni dello speleologo permetteranno di proseguire la risalita assistita.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium