/ Cronaca

Cronaca | 10 agosto 2019, 10:04

Precipita lungo la "via normale" del Monviso: alpinista tedesco tratto in salvo da Soccorso alpino e elisoccorso

L'incidente all'incirca all'altezza della prime rocce sopra il ghiacciaio superiore. L'allarme lanciato da quattro tecnici del Soccorso alpino che stavano salendo per conto proprio. Il ferito recuperato e trasportato al Santissima Annunziata di Savigliano

I soccorsi sul luogo dell'incidente

I soccorsi sul luogo dell'incidente

L'elisoccorso dell'emergenza sanitaria di Torino ha recuperato, poco fa, un alpinista tedesco precipitato sulla cresta sud del Monviso.

L'uomo, di cui al momento non si conoscono le generalità, si trovava all'incirca all'altezza della prime rocce sopra il ghiacciaio superiore, a monte del bivacco Andreotti, ad una quota approssimativa di 3300 metri di altitudine.

Scattato l'allarme, lanciato da quattro tecnici del Soccorso alpino che stavano salendo per conto proprio, dalla base di Corso Marche, a Torino, è decollato l'elisoccorso. Giunto sul massiccio del Monviso, il mezzo aereo è atterrato al rifugio Quintino Sella, dove ha fatto campo base, scaricando materiale e parte del personale sanitario per alleggerire il peso e facilitare il volo in quota.

Ridecollato alla volta della "Sud", il tecnico del Sasp presente sull'elicottero, insieme al medico, è riuscito a recuperare l'alpinista ferito, già assistito in prima battuta dai colleghi del Soccorso alpino, prima di imbarcarlo sul mezzo aereo e scendere a valle.

Tornato al sella, l'elisoccorso ha ricomposto l'equipe sanitaria che, dopo aver stabilizzato il ferito, ne ha disposto il trasferimento in volo presso il Dipartimento di Emergenza ed Accettazione dell'ospedale Santissima Annuniziata di Savigliano.

Le sue condizioni, a differenza di quanto poteva sembrare in un primo momento, non sembrerebbero essere così gravi: nonostante la caduta di circa 60 metri, l'uomo all'arrivo dei soccorsi era cosciente, con traumi e contusioni multiple su tutto il corpo.

A Crissolo, intanto, sino al termine dell'intervento dell'elisoccorso, una squadra di terra del Soccorso alpino della locale stazione si è mantenuta operativa, pronta a intervenire in caso di appoggio all'equipe del mezzo aereo.

Anche il compagno di cordata dell'alpinista è stato recuperato, seppur illeso, dall'elisoccorso.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium