/ Economia

Economia | 10 agosto 2019, 18:19

Due settimane per visitare la terra dei Faraoni

Un buon punto di partenza comunque, è quello di iniziare quanto prima a cercare dei voli su Skyscanner, considerando che il periodo migliore per visitare l'Egitto è Novembre.

Due settimane per visitare la terra dei Faraoni

Se l'Egitto non è nella tua lista di paesi da visitare ti devo dire due cose: la prima è che non stai leggendo l'articolo giusto. La seconda è: fai sul serio? Una crociera sul Nilo è una delle cose che vanno fatte almeno una volta nella vista ma soprattutto: non limitare la tua fantasia a storia e musei. L'Egitto non è solo questo.

Se invece sei finito qui proprio cercando consigli su cosa vedere in Egitto, i posti da visitare in Egitto o come pianificare la tua visita in Egitto, sei capitato nel posto giusto. Sono qui per aiutarti.

Quanto tempo stare in Egitto e come trovare i voli

Se pensate che le costose visite guidate siano l'unica alternativa per visitare l'Egitto vi sbagliate. Strutturare da soli la propria vacanza non è per niente difficile, basta un po' di pazienza.

Prima di tutto decidete quanti giorni restare. Secondo me due settimane sono l'ideale, soprattutto se venite da molto lontano e non siete sicuri di poterci ritornare. Un buon punto di partenza comunque, è quello di iniziare quanto prima a cercare dei voli su Skyscanner, considerando che il periodo migliore per visitare l'Egitto è Novembre. Perchè? Perchè non siamo ancora in alta stagione e non è affollatissimo e perchè le temperature sono ancora accettabili.

Requisiti per il visto e il cambio di denaro

Per prima cosa, la maggior parte di voi avrà bisogno di un visto egiziano. Potrete comunque fare domanda per ottenerlo in anticipo se la vostra nazione di partenza lo prevede. In alternativa potrete richiederlo direttamente in aeroporto compilando degli appositi documenti e dando una copia del vostro passaporto: semplice e veloce.

Le sterline egiziane sono la valuta più accettata per le transazioni comuni come gli acquisti nei mercatini, le corse in taxi etc. I grandi gruppi alberghieri e i ristoranti accettano anche i dollari americani. A seconda del tuo paese di provenienza considera quale delle due valute potrebbe convenirti di più.

Come trovare alloggio e prenotare i tour

Queste sono due attività che vi consiglio di fare in anticipo, soprattutto se vuoi fare la crociera sul Nilo del quale si parlava prima. L'Egitto è infatti pieno di guide e trasporti improvvisati: sceglierli all'ultimo minuto, una volta arrivati non è certo una buona idea. Quindi informati on line, confronta le esperienze di altri viaggiatori e decidi per tempo le tue attività (crociera sul Nilo compresa).

Pagare in anticipo poi evita cose spiacevoli come i costi aggiuntivi per extra non richiesti.

Come preparare i bagagli per una partenza in Egitto

Quando si tratta di fare i bagagli è bene avere qualche accortezza, le donne in particolare dalle quali ci si aspetta un abbigliamento rispettoso secondo la cultura locale ma che non  faccia morire di caldo.

Un consiglio per tutti è quello di portare con sé della crema solare, un cappello, occhiali da sole e spray per insetti. Ovviamente un piccolo kit di medicinali comuni è sempre una buona idea da portare con sé e anche qualche anti ematico nel caso in cui non tolleriate bene la cucina locale.

Cosa visitare una volta arrivati in Egitto

Il Cairo

 Qui dipende da cosa vuoi fare e vedere. Se ti interessano soprattutto le piramidi puoi scegliere di rimanere solo a Giza ma se sei curioso di visitare qualche museo, negozi e ristoranti, il centro del Cairo è il posto giusto. Il vecchio Cairo soprattutto è molto suggestivo: potrai esplorare il massiccio bazar di Khan El-Khalili e ammirare alcune delle splendide moschee e una strabiliante architettura. 

Un passaggio al Museo Egizio è d’obbligo: se hai già visitato mostre a tema in altri musei del mondo non sperare di trovarci lo stesso. Ovviamente si tratta di luogo sempre molto affollato, potrebbe essere quindi opportuno svegliarsi presto e godersi i suoi due piani di esposizione prima di pranzo, quando arriva tanta gente. L’edificio è facilmente riconoscibile per il suo colore rosso. 

Non puoi  non visitare la Cittadella del Cairo, altrimenti nota come la Cittadella di Saladino, fondata dal famigerato guerriero e rappresentativa dell’intero Cairo nella fantasia di tutti i turisti occidentali.  Al di là degli edifici che compongono l’intera fortezza, risalente al tempo in cui Saladino rovesciò la dinastia Fatimide, potrai godere del paesaggio più bello del mondo. È da qui infatti che, quando il tempo lo consente e non c’è foschia riuscite a vedere i minareti con all’orizzonte il profilo delle piramidi di Giza. Credimi: provare a descriverlo con più dettaglio non aiuterebbe comunque a spiegarti quanto è bello!

E proprio la piana di Giza è l’altra cosa che devi assolutamente visitare. La grande piramide, altrimenti nota come la Piramide di Cheope è l’unica delle otto meraviglie del mondo che è sopravvissuta fino ai giorni nostri. Accompagnata dalla piramide di Micerino, anche questa visitabile, è uno dei più grandi spettacoli dell’architettura mondiale.

Altro simbolo del Cairo che non puoi rinunciare a visitare è la bellissima Sfinge. Conosciuta anche come la Grande sfinge, è uno dei simboli indiscussi dell’Egitto. Si trova anche lei nella piana di Giza. La sfinge è una delle più grandi sculture calcaree del mondo, raffigurante il corpo di un leone e la testa di un uomo, presumibilmente quella dello stesso Chefren. Anche in questo caso ti consiglio l’aiuto una guida bilingue che sappia aiutarti a godere di questa esperienza.

E già che sei qui ricordati che visitare il Cairo senza passare per il suo tipico mercato è un vero peccato. Il quartiere di Khan el Khalili ospita uno dei più colorati, attivi e partecipi mercati del mondo. Basta poco per perdersi tra i profumi delle spezie e i colori delle stoffe. Ricordati sempre di contrattare prima degli acquisti. È una buona abitudine sia per trattare sul prezzo che per socializzare e scoprire qualcosa di più degli abitanti del luogo. 

Luxor

Vola dal Cairo a Luxor, sarà necessaria poco più di un'ora. Luxor è molto più piccola e più silenzioso del Cairo, quindi non dovrai preoccuparti della folla e del traffico. Trascorri il tuo pomeriggio esplorando la città, soprattutto il bazar e vai allo spettacolo di luci e suoni al Tempio di Karnak. Se ti senti avventuroso poi c'è il tour in mongolfiera sulla Valle dei Re a che prevede una levataccia.

Crociera sul Nilo da Luxor ad Assuan

Una crociera di cinque giorni sul Nilo (che include alloggio, trasporto, tutti i pasti e una guida professionale privata) costa circa 400$ a persona e prevede una barca di fascia alta, molto comoda.

In una crociera di 5 giorni potrai visitare per bene Luxor, Edfu e Assuan, includendo inoltre  la Valle dei re (entrata a 3 tombe reali) e il tempio della regina Hatshepsut, ilTempio di Karnak e Tempio di Luxor. A Edfu il Tempio di Horus e Kom Ombo (il Tempio di Sobek e Horus), l'High Dam e i Templi di Philae.

Insomma, da vedere c'è davvero tanto. Ti resta solo da prenotare!

 

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium