/ Viabilità

Viabilità | 22 agosto 2019, 10:10

A Cuneo iniziati i lavori per la riqualificazione di corso Brunet

Nel capoluogo della Granda, messa in sicurezza di quattro attraversamenti pedonali. L'assessore Dalmasso: "L'obiettivo è quello di ridurre i fattori di rischio attualmente presenti lungo l’itinerario per l’utenza debole"

I lavori in corso Brunet

I lavori in corso Brunet

Sono iniziati i lavori per la realizzazione di quattro interventi migliorativi ad altrettanti attraversamenti pedonali di Corso Carlo Brunet. I lavori, appaltati dalla ditta Marenco Daniele di Castelletto Stura, sono finanziati in parte dalla Regione Piemonte nell’ambito degli interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali.

"L’intervento - sottolinea l’Assessore alla Mobilità Davide Dalmasso - è inserito nel Piano Generale del Traffico Urbano, approvato dal Comune di Cuneo, e prevede di ridurre i fattori di rischio attualmente presenti lungo l’itinerario per l’utenza debole (pedoni e ciclisti), rappresentati dai quattro attraversamenti pedonali ortogonali al corso al fine di raccordare il nuovo percorso ciclabile con la “zona 30” a nord di Corso Carlo Brunet".

Il progetto prevede di aumentare la sicurezza dei quattro attraversamenti pedonali particolarmente utilizzati realizzando due penisole avanzate e altrettante isole aiuole spartitraffico mediane per ogni attraversamento. Altri due attraversamenti posti all’inizio e alla fine di corso Brunet, sono invece regolati da impianto semaforico e non saranno oggetto delle variazioni sopra descritte.

L’intervento ha quindi la funzione prioritaria di facilitare l’attraversamento dell’utenza debole, ponendo particolare attenzione ad applicare accorgimenti che riducano la velocità del traffico motorizzato e nel contempo garantiscano al pedone e al ciclista una protezione intermedia all’attraversamento, tramite l’isola spartitraffico. L’adozione di tali soluzioni progettuali impedisce inoltre la sosta selvaggia in prossimità dell’attraversamento, con conseguente miglioramento della visibilità tra le varie utenze di traffico che, unitamente alla riduzione di velocità, comportano una significativa riduzione del rischio.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium