/ Politica

Politica | 23 agosto 2019, 12:45

Crisi di governo, Dadone (5 Stelle): “Non sono del tutto convinta che non ci saranno sorprese prima di martedì”

Dall’intervista alla deputata pentastellata cuneese si capisce quanto parta in salita la trattativa tra M5S e Pd per la formazione di un nuovo esecutivo. “Per noi – spiega la parlamentare - il confronto è aperto con chiunque voglia discutere di temi”

Fabiana Dadone, monregalese, deputata M5S alla sua seconda legislatura

Fabiana Dadone, monregalese, deputata M5S alla sua seconda legislatura

Sarà un fine settimana di trattative serrate tra Pd e Movimento 5 Stelle per esaminare i punti che ciascun partito ha messo sul tavolo come base per intavolare la discussione. Alcuni di questi punti, sia da una arte che dall’altra, sono considerati “non negoziabili”, elemento questo che fa sorgere parecchi dubbi sul fatto che si possa arrivare ad un accordo o ad un nuovo “contratto” , come i 5 Stelle preferiscono definirlo per cercare di mantenere una diversità rispetto alle altre forze politiche.

Dicevamo della trattativa in corso col Pd, ma nel frattempo il leader della Lega, Matteo Salvini, in queste ultime ore, è tornato a strizzare l’occhio a Di Maio.
Come si evince, la situazione politica è talmente ingarbugliata che anche solo raccontarla diventa arduo.

Abbiamo rivolto alcune domande a Fabiana Dadone, unica parlamentare cuneese 5 Stelle, per cercare di capire qual è lo stato dell’arte.  

Qual è la situazione al termine del primo giro di consultazioni?
“Oggi ci sarà un incontro fra i capigruppo per definire meglio un'intesa di programma. Ieri a Roma abbiamo dato mandato pieno a Luigi Di Maio a intavolare una discussione sui temi e sugli obiettivi per il paese".


Si sta aprendo una trattativa tra M5S e Pd. Mattarella ha chiesto tempi brevi…
“Può sembrare una strada lineare ma non è così, basta pensare ai mesi impiegati l'anno scorso per trovare l'accordo con la Lega, quindi non sono del tutto convinta che non ci saranno sorprese prima di martedì. Quindi resterei cauta”.


Mi pare di capire che l’idea di un’intesa col Pd non la entusiasmi..
“Condivido ed apprezzo molto il messaggio di Luigi Di Maio quando dice di non abbandonare la nave. È facile creare crisi per non affrontare una finanziaria come è facile criticare da fuori un governo che mette in sicurezza i conti dello Stato. È facile scappare”.

Lei che ne dice?
“Il messaggio che mi sento di lasciare è quello di mettere da parte le ideologie conflittuali, evitare machismi politici per il bene degli italiani. Anche a costo dei sondaggi”.


Il Presidente della Repubblica ha fatto appello al senso di responsabilità di tutti. Condivide?
“La responsabilità di tornare al voto e ricreare questo stallo alla messicana avendo speso mezzo miliardo e con l'IVA al 25% io non me la voglio prendere e non capisco con che sconsiderazione certi politici, pur di guadagnare una ventina di poltrone, stiano continuando a giocare d'azzardo sulla pelle di persone che non possono pagare per errori altrui”.

Matteo Salvini è tornato a tentarvi, lasciando intendere che si potrebbe riprendere il “contratto” da dove si è interrotto. Non è che state perseguendo la politica dei due forni di andreottiana memoria?
“Per noi il confronto è aperto con chiunque voglia discutere di temi”.

GpT

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium