/ Attualità

Attualità | 24 agosto 2019, 12:30

Partita la 12ª edizione della Imperia-Limone, un viaggio slow sulle montagne a due passi dal mare (FOTO)

Questa mattina la partenza da piazza Dante. Vincente l’idea di allargare l’iniziativa agli amanti delle ebike

Partita la 12ª edizione della Imperia-Limone, un viaggio slow sulle montagne a due passi dal mare (FOTO)

Andare da Imperia a Limone a piedi è un’esperienza che si vive a passo lento o come capita quest’anno anche con la ebike. Sono partiti stamattina da piazza Dante, nel capoluogo della riviera dei fiori, i 50 partecipanti che per quattro giorni saranno impegnati in questa traversata sui monti. Per salutare il via dell’iniziativa era presente anche il consigliere comunale Antonello Motosso. 

Dodicesima edizione di un evento che si è affermato con il passare degli anni creando interesse ed appeal tra i camminatori ed in generale tra gli amanti del trekking e delle attività all’aria aperta. Diversi i partecipanti che arrivano da lontano, ad esempio anche dal Piemonte. Inoltre, l’apertura alle bici con pedalata assistita ha offerto quel quid in più, andando a coinvolgere un sempre più nutrito pubblico di appassionati. 

Dietro questa iniziativa made in Imperia, troviamo tanta passione con l'Associazione Monesi Young presieduta da Alessandro Bellotti, con l'immancabile appoggio della Uisp e con la nuova collaborazione con Fiab per gli amanti delle due ruote e con il Cea delle Alpi Liguri e di Imperia. Un bel progetto che scandito dalle varie edizioni ha saputo crescere, rinnovarsi ed affermarsi. 

Che cosa vuol dire andare da Imperia a Limone? Non è solo fatica ma anche la voglia di conoscere il territorio. Tra amanti di questa tipologia di esperienze slow ci si riconosce. Arrivare a fine tappa non è una gara ma un’esperienza da vivere a 360 gradi, in questo caso condividendola con chi si ha intorno. 

La Imperia Limone è anche ecosostenibilità. Un valore importante che va dall’uso di prodotti a km zero all’applicare atteggiamenti che riducano o compensino l’impatto ambientale e servano a preservare la natura. 

Lo staff accompagnerà il gruppo alla scoperta di alcuni dei punti più caratteristici delle montagne che circondano il nostro panorama costiero. Si passerà da Monte Acquarone e Colle d’Oggia, durante il primo giorno, per arrivare poi a Monte Grande, il Bosco di Rezzo, il passo di Madonna della Guardia, il Rifugio di Realdo, chiudendo così la secondo tappa, proseguendo quindi per passo Tanarello e a seguire Monte Missun e Monte Bertrand ed arrivare al Rifugio Don Barbera, ultimo giorno, in discesa, nel Vallone di S. Giovanni e quindi l’arrivo a Limone. 

Un cammino nei territori del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri e del Parco Naturale Regionale del Marguareis. Quattro giorni immersi nella natura tra cielo e terra, con il mare lì all’orizzonte.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium