/ Cronaca

Cronaca | 25 agosto 2019, 13:19

Canale, ritrovato il mezzo rubato al Comune. Nessuna traccia di attrezzature e strumenti musicali sottratti dai ladri

Il colpo era stato messo a segno nei giorni scorsi ai danni di un magazzino della Protezione Civile e della vicina sala prove. Il veicolo ritrovato in una strada di campagna al confine con Vezza d’Alba

Nicolas Roncea, in una foto che lo ritrae con uno degli strumenti scomparsi

Nicolas Roncea, in una foto che lo ritrae con uno degli strumenti scomparsi

A distanza di quasi una settimana dal colpo messo a segno da ignoti ai danni di un magazzino della Protezione civile cittadina e di una vicina sala prove – lo scorso 19 agosto –, a Canale si registra il ritrovamento del mezzo comunale sottratto dai ladri e con tutta probabilità da loro utilizzato per portare via le attrezzature e gli strumenti musicali scomparsi.

Il veicolo è stato ritrovato in una strada di campagna al confine tra Canale e Vezza d'Alba, dove con tutta probabilità è stato abbandonato dai ladri una volta effettuato il trasbordo della refurtiva. Sul caso proseguono intanto le indagini condotte dai Carabinieri del Comando di Bra, territorialmente competente, anche con l'ausilio dell'acquisizione dei filmati registrati dalle telecamere.

"Ormai abbiamo quasi perso le speranze di poter recuperare l'intero materiale che ci hanno sottratto – commenta il sindaco di Canale Enrico Faccenda –. I furti fanno sempre male alle persone che li subiscono. In questo caso hanno coinvolto le associazioni di volontariato che operano sulla sicurezza e sull'incolumità della popolazione. Ci dispiace molto perché compiere queste azioni è un atto ancor più grave e deplorevole".

Ingente il valore della refurtiva, che tra attrezzature (pompe sommerse, motoseghe, generatori e radio ricetrasmittenti) e strumenti musicali supera i 5mila euro. Tanti sui social i messaggi di di sdegno e solidarietà comparsi a commento dello sfogo pubblicato da Nicolas Roncea, componente dei Fuh, nota band locale, cui gli strumenti appartenevano: "Cinque anni fa ci avevano rubato i cavi di rame lasciando da parte strumenti di grande valore, l’ultima volta invece si è trattato di un amplificatore. In questa circostanza invece il caso ci ha giocato un brutto tiro perché avevamo lasciato in deposito la maggior parte delle chitarre. Questa volta ci hanno fatto davvero male. E’ il terzo furto che subiamo in 5 anni, ma i precedenti episodi non sono comparabili a questo".

"Ci hanno rubato 10 strumenti, un amplificatore e 18 anni di ricordi di Fuh – scrive Roncea –. Sappiamo che questo post servirà a poco, ma abbiamo il dovere morale di crederci almeno un po’.  All’appello mancano ben 11 fra chitarre e bassi. Ecco la lista del materiale rubato:
- Fender Jazz Bass nero con battipenna bianco e un mare di adesivi
- Fender Bassman 1972 silvertop 50w
- Danelectro DC-2 fine anni 70 (giallo/bianca) stampini: Verdena,Io monade stanca, Deerhunter, Talbot
- Eko C29 anni 80 marrone. Stampini: black flag, Merzbow, Cani Sciorri Kitty Kay
- Hagstrom III anni 70 (blue glitter). Stampini: NOFX, Josh, V4v)
- Aria Sg bass anni 80 cherry
- Italia Mondial nera/bianca. Stampini: adesso blu ramones
- Fender Jaguar Blacktop hh silver (adesivo Felix)
- Fender Telecaster American standard (sverniciata)
- Squier affinity PJ bass nero"
.

T. F.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium