/ Attualità

Attualità | 26 agosto 2019, 15:19

Alba, dopo via Roma, la stazione e il parco Boblingen: l’assessore alla Municipale prepara una nuova offensiva nei controlli

Marco Marcarino, delegato alla Municipale della Giunta Bo, rivendica i primi risultati raggiunti sul fronte della sicurezza urbana: "Presenza sistematica degli agenti sta funzionando, i giardini della Regina restituiti alle famiglie"

I giardini della Regina, presso via Roma, oggetto di più serrati controlli da parte della Municipale

I giardini della Regina, presso via Roma, oggetto di più serrati controlli da parte della Municipale

A un mese dal suo annuncio al nostro giornale (qui l'articolo), il neo assessore albese alla Municipale e Sicurezza urbana Marco Marcarino rivendica i primi risultati nella battaglia intrapresa per incrementare il presidio del territorio da parte degli uomini in forza al Comando di Piazza Duomo e restituire alla città zone da tempo appannaggio di frequentazioni non sempre particolarmente raccomandabili.

"Grazie al continuo presidio messo in atto in queste settimane da parte degli agenti della Municipale – spiega Marcarino – possiamo dire di avere fatto significativi passi in avanti nella problematica riguardante i Giardini della Regina, l’area verde prossima a via Roma, che ormai da qualche anno rappresenta la base per un manipolo di persone che aveva eletto quell’area a sede dei propri quotidiani bivacchi. Una presenza, spesso accompagnata dall’alcol, che scoraggiava l’utilizzo del parco, peraltro uno splendido giardino a un passo dal cuore del centro storico, da parte di bambini e famiglie. Ora vedremo di proseguire nei controlli e di estendere questo tipo di azione anche ad altre aree della città".

L’esponente leghista nella Giunta del sindaco Carlo Bo si riferisce in particolare ai giardini della stazione ferroviaria, ma anche al Parco Boblingen, presso il centro giovani Zona H, dove, spiega lo stesso assessore "mi vengono segnalate due tipologie di problematiche. Da una parte abbiamo qualche frizione nella normale e civile convivenza tra alcuni suoi frequentatori e i numerosi cittadini che utilizzano questo importante spazio verde cittadino per portarvi a spasso il cane. Per altro verso quest’area negli anni è periodicamente salita agli onori delle cronache per il verificarsi di episodi di piccolo spaccio, specialmente nella parte del parco prossima all’area ex Piaggio, più lontana dal normale passaggio. Ebbene si tratta di un fenomeno che andrà verificato e nel caso sradicato, anche in considerazione del fatto che qui si affacciano il centro giovani e diverse scuole superiori cittadine".

"Nei modi più consoni tra quelli consentiti dalla legge – conclude l’esponente del nuovo esecutivo di centrodestra – dobbiamo riappropriarci di queste parti della città, andando a creare un habitat che non sia consono a certe tipologie di frequentazioni".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium