/ Eventi

Eventi | 26 agosto 2019, 13:28

Saluzzo, Sinfonie d’autunno ritorna con tre concerti di fascino alla Croce Nera

La rassegna prende avvio venerdì 6 settembre. E’ organizzata dall’associazione Collegium Artium con il sostegno economico di Credem Private Banking sede di Saluzzo. Tutti i concerti sono ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Si spazia dalla “classica” alla canzone italiana al jazz

Saluzzo, conferenza stampa della rassegna  Sinfonie d'Autunno alla Croce Nera: da sinistra Bruno Rossi, Anna Maria Luciano, Flavio Costamagna, Danilo Riboldi

Saluzzo, conferenza stampa della rassegna Sinfonie d'Autunno alla Croce Nera: da sinistra Bruno Rossi, Anna Maria Luciano, Flavio Costamagna, Danilo Riboldi

Sinfonie d’Autunno 2019: le prenotazioni per i concerti sono già attive.

Da venerdì 6 settembre, nella chiesa della Croce Nera (piazzetta San Nicola) prende avvio la seconda edizione della rassegna musicale che ha visto sempre il tutto esaurito lo scorso anno, organizzata a due mani dall’associazione Collegium Artium con Credem Private Banking Saluzzo che sostiene economicamente l’iniziativa.

Tre i concerti, tutti il venerdì sera alle 21: il 6, 13, 20 settembre. Sono 99 i posti a sedere e per i concerti, ad ingresso libero, è obbligatoria la prenotazione ai numeri: 360 1048453 / 337 1196873.

Il programma è stato presentato in conferenza stampa alla Chiesa della Croce Nera dai referenti dell’associazione Collegium Artium che gestisce  e promuove la valorizzazione dello storico edificio religioso: il presidente Flavio Costamagna con il vice Bruno Rossi e la consigliera Anna Maria Luciano

A rappresentare l’ente bancario emiliano il responsabile Private Banking Saluzzo Danilo Riboldi e per il Comune, che ha dato il patrocinio e applaudito l’iniziativa, l’assessore alla cultura Attilia Gullino.   

La rassegna propone un affascinante repertorio che va dalla musica classica, a quella popolare italiana, al jazz. Il via è venerdì 6 settembre alle 21 con la “classica” ha illustrato il presidente Costamagna.

“Tra virtuosismo e romanticismo” è il titolo: una serata con un duo di eccezione: Indro Borreani (violino) e Stefano Eligi (al pianoforte) impegnati in un repertorio di brani da Schumann, Bach, Paganini; Chopen, Beethoven, Liszt; Wieniawski e un “capriccio” finale.

Venerdì 13 settembre alle 21:

“Studio Uno” (seconda parte). In continuità con la serata di successo dello scorso anno, Anna Petracca (voce) accompagnata al pianoforte da Alfredo Matera (dell’Orchestra del Festiva di Sanremo) ripercorreranno la storia della canzone italiana, come nella famosa trasmissione televisiva che dà il titolo alla serata, con i brani più belli che hanno caratterizzato l’epoca italiana.

Venerdì 20 settembre alle 21:

“Jazz” con il Riccardo Galardini Trio, un qualificatissimo trio di jazz popolare

Riccardo Galardini (chitarra), Giacomo Rossi (contrabbasso); Paolo Corsi (batteria) per il pubblico della Croce Nera proporranno un programma che va dalla classica ballad al rock- jazz di stampo fusion ’80 alla Pat Metheny in qualche nota di “bossa nova” in chiave jazz declinata sugli stilemi di Montgomery.

Anche lo scorso anno Credem Saluzzo ha sostenuto la rassegna. Dichiara il responsabile Danilo Riboldi: “Quando ho proposto ai miei responsabili della sede centrale l’ipotesi di replicare l’evento, ho ricevuto fin da subito la loro disponibilità, confermando la volontà di Credem, di investire  sulla cultura  musicale proprio nel Saluzzese e far conoscere questa realtà bancaria, eccellenza qualitativa a livello nazionale ma che nella nostra realtà locale non è ancora così conosciuta.

Continuiamo a promuovere qui a Saluzzo la cultura musicale perché siamo convinti che in questo mondo, sia importante continuare ad investire su cosa conta veramente. La nostra realtà bancaria è guidata da due valori: passione e responsabilità. E la musica è tra l’altro una mia grande passione e spero che questa mia passione possa contribuire, assieme all’iniziativa ad avere lo stesso successo di pubblico e di critica dell’anno scorso”.

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium