Saluzzese - 27 agosto 2019, 11:14

I ringraziamenti dei capi scout del gruppo Agesci Saluzzo 1

Riceviamo e pubblichiamo

I ringraziamenti dei capi scout del gruppo Agesci Saluzzo 1

Egregio direttore,

siamo i capi scout del gruppo Agesci "Saluzzo 1" e chiediamo un po’ di spazio sul suo giornale per alcuni ringraziamenti.

Come ogni anno, le tre branche in cui è diviso il gruppo hanno vissuto delle interessanti ed emozionanti attività estive.

Gli scout, come molte altre realtà, “vivono” grazie al volontariato: di noi capi adulti, di amici, di sponsor, dei genitori dei nostri ragazzi che ci sono sempre vicino.

Sperando di non dimenticare nessuno, ci teniamo a rendere pubblici i nomi di chi, anche questa volta, non si è tirato indietro e ci ha dato una mano.

I lupetti (bambini e bambine da 8 a 12 anni) hanno vissuto alle Vacanze di branco nella casa alpina di Perrero (To). Ringraziano i gestori della «Ca' Nostra» per l'accoglienza, i residenti della borgata per la pazienza e don Pasquale Canal Brunet per l'enorme disponibilità e gentilezza, le cuoche Ilva e Danila e i cambusieri Giacomo ed Elia. Inoltre, un grazie a Luca Odello, Piersandro Milano e a tutti quelli che ci hanno aiutato nell’aiuto nel trasporto del materiale, mettendo a disposizione i propri mezzi e il proprio tempo.

I ragazzi e le ragazze del reparto (12-16 anni) sono stati per 10 giorni con tende e attrezzature alla borgata Comba, a Melle. Ringraziano l’Amministrazione comunale per il supporto e per aver indicato questo luogo magnifico e ideale per un campo di reparto, l’associazione «Kerigma» che ci ha ospitato su terreni di proprietà dei soci Saverio La Porta e Luca Alesso, Silvia Rovere sindaco di Ostana per l’omaggio di 4 forme di formaggio, l’azienda agricola «Ama» di Torre San Giorgio per la fornitura gratuita di uova, i cambusieri Matteo Mana e Yasser Naamni, Enrico per la moto.

I giovani del clan (16-20 anni) hanno svolto la route in kayak nella laguna di Venezia. Ringraziamo Tito dell’associazione canoistica «Arcobaleno» di Campalto che ci ha supportati sia nella fase di organizzazione, sia durante le varie tappe, i volontari della base scout «Isola Mazzorbetto», l’associazione lagunare kayak «Sant’Erasmo», ed in particolar modo Patrizia, don Massimo della parrocchia S.s. Martino e Benedetto e don Lidio della chiesa parrocchiale dell’Annunziata di Campalto.

Da parte di tutto il gruppo, infine, un sentito grazie al Consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di risparmio di Saluzzo per un nuovo sostanzioso contributo che ci permetterà di acquistare nuovo materiale e attrezzature, dotazioni che ci consentono di svolgere sempre in sicurezza le nostre varie attività.

Tra la metà e la fine di settembre riprenderanno le tradizionali attività. Nonostante la lunghissima lista d'attesa per i più piccoli, siamo aperti a chiunque sia interessato, specialmente dai 12 anni in su, allo scoutismo, anche adulti che vogliano conoscere il nostro fantastico mondo. Per info sulle attività e sulle iscrizioni è possibile consultare il nostro sito (www.saluzzouno.it).

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
SU