/ Cronaca

Cronaca | 30 agosto 2019, 12:42

Non si ferma all’alt della Polizia locale di Saluzzo, sperona l’auto dei “civich” e provoca un altro incidente: arrestato un 29enne

L’uomo, alla guida di una Renault Clio, è stato braccato sulla “Saluzzo-Savigliano” dopo un inseguimento a forte velocità. Il sindaco della Città: “Situazione pericolosa gestita nel migliore dei modi. I Vigili, spesso criticati, sono sempre in prima linea in tante questioni complesse”

La Renault Clio e l'auto della Polizia locale speronata, a fine inseguimento (Fonte: pagina FB "Puntato, L’App degli Operatori di Polizia")

La Renault Clio e l'auto della Polizia locale speronata, a fine inseguimento (Fonte: pagina FB "Puntato, L’App degli Operatori di Polizia")

L’agente della Polizia locale “butta” la paletta, intimandogli “l’alt”, ma lui non si ferma, speronando l’auto dei “civich”.

È successo ieri mattina (giovedì) a Saluzzo. La pattuglia della Polizia locale si era appostata lungo via Savigliano, poche decine di metri prima della rotonda della “tangenziale est”. Un normalissimo posto di controllo, sino al sopraggiungere di una “Renault Clio” di colore blu scuro.

L’agente intima l’alt, ma il conducente della vettura, un 29enne residente nel torinese, italiano ma di origine croata, accelera e continua la sua corsa. Nella concitazione, però, il conducente imbocca un vicolo cieco.

Fa inversione, torna indietro, sperona l’auto dei Vigili urbani e si ributta in via Savigliano, continuando la folle corsa proprio in direzione Savigliano.

L’auto della Polizia locale (un veicolo elettrico, consegnato pochi mesi fa grazie ad un bando della Fondazione CRC), danneggiata dall’urto, continua a seguire la vettura. L’inseguimento, a forte velocità, continua lungo la strada provinciale 662, sino a quando l’auto della “Locale” bracca i fuggitivi e, con una manovra in corsa, riesce a farli accostare, all’altezza di un magazzino di frutta, poco distante dall’incrocio con strada Benne.

Durante l’inseguimento, la “Clio” ha urtato anche un altro veicolo, finito fuoristrada, dopo essersi capottato.

In supporto agli agenti della Polizia locale saluzzese, i Carabinieri di Saluzzo e Savigliano. L’auto speronata presenta danni consistenti alla fiancata destra, compreso lo scoppio del pneumatico anteriore. I due agenti sono caduti a terra (e rimasti feriti) per evitare di essere travolti dall’auto, dopo l’inversione effettuata nel vicolo cieco.

A bordo della “Clio”, invece, oltre al giovane conducente (che circolava senza patente e senza copertura assicurativa), due ragazze minorenni.

L’uomo – che si ha anche opposto resistenza dopo esser stato bloccato – è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: nei suoi confronti il PM ha disposto, la custodia in carcere e la denuncia a piede libero per le passeggere.

Il sindaco di Saluzzo, Mauro Calderoni, attraverso un “post” sulla sua pagina Facebook, si è complimentato con gli agenti della Polizia locale, ringraziandoli per “aver gestito nel migliore dei modi una situazione pericolosa.

Mestiere difficile quello del ‘civich’ – le sue parole – spesso criticati, ma sempre in prima linea in tante questioni complesse”.

Ni.Ber.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium