/ Politica

Politica | 02 settembre 2019, 15:55

Governo M5S-Pd, Cirio:"Cosa direbbe Einaudi del voto su Rousseau?"

Il presidente della Regione in collegamento da Dogliani a RaiNews24:"Temo che questo governo andrà in porto perché nasce per salvare i posti ai parlamentari

Il governatore Cirio, in diretta televisiva da Dogliani

Il governatore Cirio, in diretta televisiva da Dogliani

Temo che questo governo andrà in porto perché nasce per salvare i posti ai parlamentari, che non vogliono andare a casa, Gli ultimi scogli non sono le discussioni sull’aumento dell’Iva, sulla flat tax, sulla Gronda o Tav, ma come si voterà sulla piattaforma Rousseau. Cosa direbbe Einaudi?”.

E’ questo l’interrogativo critico sollevato dal presidente della Regione Alberto Cirio ai microfoni di RaiNews24 sul nuovo esecutivo Pd-M5S, in collegamento dal Consiglio comunale di Dogliani nel Cuneese. "Qui - ha ricordato il governatore - dove si era seduto il primo Presidente della Repubblica Italiana Luigi Einaudi”.

Ieri sul Blog delle Stelle è stato annunciato che il martedì 3 settembre gli iscritti alla piattaforma Rousseau potranno decidere se "il MoVimento 5 Stelle debba far partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium