/ Cronaca

Cronaca | 05 settembre 2019, 16:23

Nessuna traccia di Renato Beitone, il 65enne scomparso da ieri sulle alture di Santa Lucia della Vardetta, a Paesana (FOTO)

Le ricerche continuano senza sosta. Decine gli operatori di Soccorso alpino, Vigili del fuoco, Carabinieri, Guardia di Finanza, Protezione civile e Croce rossa impegnati a setacciare sentieri e pendii a monte del paese. Dell’uomo non si hanno notizie da più di 24 ore, da quando si era recato a controllare la sua mandria di mucche in alpeggio

Le operazioni di ricerca

Le operazioni di ricerca

Proseguono, senza sosta le ricerche di Renato Beitone, il paesanese di 65 anni disperso dalla giornata di ieri.

Dell’uomo, proprietario di una mandria di mucche attualmente in alpeggio, in località Santa Lucia della Vardetta, non si hanno notizie da ieri. Il suo mancato rientro a casa ha preoccupato i famigliari, che hanno dato l’allarme nella serata di ieri, 4 settembre, intorno alle 21.30.

Nonostante il buio, sono comunque partite immediatamente le ricerche, affidate agli operatori del Soccorso alpino e dei Vigili del fuoco. I soccorritori hanno battuto prati e sentieri della zona, compresa una ricognizione sulla strada di accesso alla borgata, sia da Paesana che dal sentiero di Ostana.

I primi rilievi hanno permesso di rintracciare l’auto dell’uomo, trovata poco distante dalla chiesa e dalla baita di Santa Lucia della Vardetta dove, nel frattempo, le mucche si erano riavvicinate autonomamente.

Si apprende, infatti, che Beitone – ieri – si è recato in quota proprio per raggiungere la mandria di mucche.

Le ricerche si sono prolungate sino a notte fonda, con l’ausilio anche di un’unità cinofila del Soccorso alpino, senza esito. Sospese per qualche ora, le operazioni sono ripartite all’alba.

A Paesana stanno operando le squadre del Soccorso alpino, i Vigili del fuoco di Barge e Cuneo, il Sagf (Soccorso alpino della Guardia di finanza), i Carabinieri, la Protezione civile di Paesana e Sanfront, la Croce rossa e l'Associazione nazionale Carabinieri.

Decine gli operatori che stanno setacciando le alture sopra il paese, comprese altre unità cinofile, sia del Soccorso alpino, che dei Vigili del fuoco, della Croce rossa e dell'Associazione nazionale Carabinieri.

Non è stato possibile sorvolare la zona, per la ricognizione aerea che si prevedeva di fare utilizzando l’elicottero dei Vigili del fuoco, poiché la nebbia – presente sin dalle prime ore di stamane – non si è mai completamente diradata, ostacolando la visibilità. Anche la pioggia ha complicato le operazioni di ricerca, seguite in prima persona, a partire sin da ieri sera, anche dal vicesindaco del paese, Marco Margaria, che ha partecipato alle ricerche insieme anche al sindaco Emanuele Vaudano e ad altri esponenti dell'Amministrazione comunale.

In località Calcinere di Paesana è presente il campo base delle ricerche, con la presenza anche di un’Unità di comando logistico dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Cuneo.

La porzione di territorio interessata dalla ricerca è molto ampia: un altro fattore che rende più difficoltose le ricerche.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium