/ Politica

Politica | 05 settembre 2019, 19:10

Infrastrutture e Politiche Agricole, i due Ministeri da cui la Granda attende risposte

A Paola De Micheli, che subentra a Danilo Toninelli, compete l’atteso completamento dell’Asti-Cuneo. A Teresa Bellanova, che succede a Gian Marco Centinaio, l’attenzione per un settore cruciale per l’economia cuneese

Teresa Bellanova e Paola De Micheli

Teresa Bellanova e Paola De Micheli

Sono tanti i crediti che il Cuneese accampa da tempo nei confronti del Governo ed è logico dunque che, a fronte del varo di un nuovo esecutivo, ci si chieda se sarà la volta buona.

I due dicasteri da cui la Granda si attende risposte urgenti (almeno alcune, le principali) riguardano le Infrastrutture e i Traporti e i Trasporti.

Per quanto riguarda il primo, restano aperti i dossier che riguardano il completamento dell’Asti-Cuneo, il Tenda bis, la variante di Demonte, l’annoso problema del Maddalena… solo per citare i capitoli più spinosi e che si trascinano da più tempo. In particolare, per quel che concerne l’ultimazione dell’autostrada, si tratterà di capire da subito quali sono gli intendimenti del nuovo ministro, Paola De Micheli, rispetto alle soluzioni prospettate qualche mese dal suo predecessore Danilo Toninelli.

Per l’Agricoltura è appena il caso di ricordare quanto questo comparto, che da anni deve fare i conti con crisi che riguardano vari settori – citiamo per tutti la frutticoltura - sia il perno economico della nostra provincia.

Ma vediamo il profilo dei nuovi ministri che andranno ad occuparsi di questi due ministeri coi quali la Granda dovrà confrontarsi.

- INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

Paola De Micheli, Pd, piacentina, 46 anni, già assessore al Bilancio e al personale del Comune di Piacenza ha un cursus honorum vecchio stile, da donna di partito, accanto ad un curriculum professionale di dirigente d’azienda. Classificata per anni come bersaniana e lettiana di ferro, ha fatto parte del governo Renzi come sottosegretaria all'Economia. 

Successivamente, mentre ricopriva la carica di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, è stata scelta da Gentiloni come commissaria per la ricostruzione nelle zone terremotate del Centro Italia. Nell’ultimo congresso si è schierata con Nicola Zingaretti, di cui ha curato la campagna per le primarie e ora ne è vicesegretaria insieme ad Andrea Orlando. Succede nell’incarico al pentastellato Danilo Toninelli.

- POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI e FORESTALI

Teresa Bellanova, 61 anni, pugliese, esponente del Pd (è considerata una “renziana” doc), arriva dal mondo del sindacato (Filtea Cgil), dove, in particolare, si è occupata della lotta contro il caporalato. Prima deputata e poi senatrice, nel 2014 è stata nominata sottosegretario al lavoro nel governo Renzi, poi promossa, nel 2016, a viceministro allo Sviluppo economico.

Succede nell’incarico di ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali al leghista Gian Marco Centinaio.

GpT

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium