/ Politica

Politica | 09 settembre 2019, 15:30

Cuneo, quei tanti negozi vuoti da piazza Europa a corso Gramsci che non offrono una bella immagine della città (FOTO)

La zona continua a essere poco frequentata dalle persone e gli esercizi commerciali hanno ridotte occasioni di vendita. L’assessore comunale all’Urbanistica e alle Attività Produttive, Luca Serale: “Come Amministrazione stiamo investendo molte risorse nella zona, organizzando manifestazioni e prevedendo numerosi lavori inseriti nel Bando Periferie”

Negozi vuoti nella parte alta della città di Cuneo

Negozi vuoti nella parte alta della città di Cuneo

Percorrendo, a piedi, entrambi i lati dei portici di corso Nizza nella parte alta di Cuneo, da piazza Europa a piazza della Costituzione-corso Gramsci, e la zona iniziale delle corrispondenti strade laterali, ci siamo imbattuti in almeno una trentina di negozi vuoti con il cartello affittasi e, in alcuni casi, con quello vendesi. In maggioranza presenti lungo il versante Gesso della città.

Sono tanti e non offrono una bella immagine del capoluogo. La crisi economica, che continua a persistere, sta certamente contribuendo a far abbassare in modo definitivo molte serrande. Ma quell’area dell’Altipiano ha sempre vissuto una situazione di difficoltà: le persone la frequentano di meno rispetto agli altri spazi cittadini e aprire degli esercizi commerciali, pur, magari, con costi di affitto più bassi rispetto ai locali nel centro di Cuneo, rappresenta un forte rischio per la loro sopravvivenza. La parte storica continua a essere più appetibile.

Cosa serve? Forse si dovrebbe vivacizzare la zona con maggiori manifestazioni e programmare interventi di sistemazione degli spazi pubblici per far conoscere l’area e renderla attrattiva. Richiesta che, da almeno due decenni, gli stessi negozianti rivolgono al Municipio.

Cosa risponde l’assessore all’Urbanistica e ai Comparti Produttivi, Luca Serale? “Come Amministrazione comunale - afferma - abbiamo preso a cuore la questione, spostando il baricentro delle iniziative verso la parte sud della città. Inoltre, già a partire dal 2016, all’interno del Bando Periferie sono stati previsti numerosi lavori per migliorare esteticamente quella zona. In particolare, attraverso la riedizione del Bando dei regimi di aiuto alle imprese per la riqualificazione o l’insediamento dei locali, come fatto per la parte storica di Cuneo, sono stati programmati degli aiuti concreti e capillari proprio per le attività commerciali dell’area. Le domande vanno presentate entro il 31 ottobre. Nella città alta stiamo investendo molte risorse ”.  

L’impegno del Comune di aumentare l’interesse per la parte sud dell’Altipiano c’è. Riuscirà a ottenere risultati positivi? I cittadini se lo augurano. Perché l’obiettivo primario rimane quello di portare un maggior numero di persone a passeggiare sotto i portici della zona affinché i negozi insediati possano avere l’opportunità di proporre e vendere i loro prodotti. In caso contrario ci saranno altri locali costretti a chiudere, distruggendo il già fragile tessuto economico di quella parte di Cuneo.                

Sergio Peirone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium