/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 09 settembre 2019, 09:47

Cervere, l’alleanza Comune-Baby Parking fa lo sconto alle famiglie

Approvata una convenzione che ha resto attivi i fondi statali e regionali per ridurre le rette versate dai genitori per accudire i figli di età fino a 3 anni

Cervere, l’alleanza Comune-Baby Parking fa lo sconto alle famiglie

A Cervere l’alleanza fra Amministrazione comunale e Baby Parking cittadino fa lo sconto alle famiglie e consente di sbloccare, senza più attese, i fondi statali e regionali finalizzati a rendere operativa la riduzione delle rette per accudire i bambini di età fino a 3 anni.

A prevederlo è la convenzione che è stata approvata dalla Giunta di Palazzo civico, su proposta del Vicesindaco Davide Rinero, e stipulata con la struttura ricettiva per l’infanzia meglio conosciuta come “Bim Bum Bam”, gestita dalla signora Caterina Milano con una capienza autorizzata di 20 posti.

Si tratta di un servizio dedicato alle famiglie per agevolarle nel corso della loro giornata lavorativa nel delicato compito di custodia e di prima educazione e ricreazione dei loro figli in età infantile, garantendo alle stesse la fruizione dei contributi statali e regionali assegnati al Comune di Cervere per il mantenimento di una retta tariffaria a livelli contenuti e tali da non gravare sui bilanci economici dei genitori interessati.

“Al fine di semplificare procedure burocratiche e amministrative che non dipendono dalla nostra volontà, ma dai tempi di pagamento delle Istituzioni a cui spetta erogare i finanziamenti pubblici spettanti a Cervere, abbiamo avviato una molto soddisfacente collaborazione con il centro Baby Parking attivo nel territorio comunale, nella logica di non vanificare i benefici a favore dei nuclei familiari con figli piccoli da zero a tre anni di età. La partnership fra pubblico e privato, fondata su regole precise e chiare, rappresenta un valore aggiunto per l’intera comunità cittadina. In questo così come in altri casi, è nostro preciso dovere contribuire, anche attraverso un lavoro di coordinamento dei diversi soggetti privati e sociali in campo, a rendere operative tutte le risorse alle quali abbiamo diritto per incentivare le famiglie e dare loro un sollievo dal punto di vista dei costi che altrimenti dovrebbero sostenere per servizi essenziali come quelli volti all’infanzia, soprattutto in un momento economico generale che permane non facile”, dichiara il sindaco Corrado Marchisio.

La convenzione prevede, pertanto, il trasferimento al Baby Parking di un contributo ministeriale pari a poco più di 15.000 euro, il 60 per cento del quale è stato erogato immediatamente al gestore all’atto della stipula, a fronte di un restante 40 versato dal Comune ai genitori aventi diritto alla riduzione.

A ciò si aggiungono poco più di 3000 euro di finanziamento regionale che sarà assegnato alla struttura ricettiva per l’infanzia ad avvenuto pagamento da parte della Regione e dopo la presentazione del rendiconto che attesta le riduzioni tariffarie applicate alle famiglie.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium