/ Attualità

Attualità | 11 settembre 2019, 11:45

Il Soccorso alpino ringrazia la Croce rossa di Paesana: “Esempio vero di collaborazione durante le ricerche del 65enne disperso”

Il capodelegazione Luigi Richard: “Locali messi a disposizione per l’allestimento del centro di coordinamento e, al rientro delle squadre, un pasto caldo per tutti gli operatori. I volontari hanno davvero pensato a tutto”

Il coordinamento del Soccorso alpino nei locali della Croce rossa di Paesana

Il coordinamento del Soccorso alpino nei locali della Croce rossa di Paesana

Grazie alla Croce rossa di Paesana, per il supporto che ci ha garantito durante questo ultimo fine settimana”.

Luigi Richard guida la Quattordicesima delegazione del Soccorso alpino, la delegazione “Monviso”, impegnata da giorni nelle ricerche del 65enne disperso a Santa Lucia della Vardetta di Paesana.

Dalle pagine del nostro quotidiano, Richard ci tiene a ringraziare la Croce rossa paesanese dove, sabato e specialmente nella giornata di domenica, è stato allestito il centro di coordinamento delle ricerche.

I locali della sede Cri di via Erasca hanno ospitato i vertici del Soccorso alpino, che hanno smistato le squadre di operatori sul territorio, assegnando ad ognuna aree e zone di ricerca. Con un’apposita antenna posizionata nel cortile della sede sono state garantite le comunicazioni radio con tutti gli operatori.

Il nostro lavoro – spiega Richard – è stato supportato al meglio dai volontari della Croce rossa. Non solo ci sono stati messi a disposizione i locali dove abbiamo potuto allestire il nostro centro di coordinamento, ma al tempo stesso, gli operatori Cri hanno pensato a preparare pranzo per tutti gli uomini impegnati nelle ricerche.

Con questo tipo di attività non è pensabile non garantire il pasto a chi opera sul fronte di ricerca, ma al rientro delle prime squadre era già tutto pronto, grazie all’efficienza della Croce rossa.

I volontari hanno davvero pensato a tutto, ed è per questo che intendo ringraziarli pubblicamente, a nome mio personale e di tutta la delegazione del Soccorso alpino che rappresento.

È stato un vero esempio di collaborazione attiva”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium