/ Cronaca

Cronaca | 11 settembre 2019, 15:30

Minacce alla ditta concorrente che si era aggiudicata l'appalto di sgombero neve: imprenditore di Frabosa Sottana a processo

I fatti risalgono al 2016, per l’accusa avrebbe tentato di impedire lo svolgimento dei lavori

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Secondo l’ipotesi d’accusa formulata dal pm Attilio Offman C.B., titolare di una ditta di escavazioni e movimentazione terra e imputato davanti al tribunale collegiale di Cuneo, sarebbe reo di aver tentato di impedire di esercitare la propria attività alla ditta concorrente che nel mese di ottobre 2016 aveva partecipato, aggiudicandosela, ad una gara d’appalto indetta dal comune di Frabosa Sottana per lo sgombero neve di alcuni lotti.

C.B., subito dopo aver saputo di aver perso la gara, avrebbe telefonato ad uno dei due soci della ditta che l’aveva vinta. Questi, che si trovava in cantiere, aveva messo in viva voce la chiamata, in modo che anche chi era presente - l’altro socio e alcuni operai - potesse sentire: “B. era arrabbiato, disse che ero una faccia di m. e che non sarebbe finita lì. Aveva partecipato anche lui al bando, ma eravamo stati noi ad aggiudicarci tutti e tre i lotti”, ha spiegato l’imprenditore davanti ai giudici.

C.B. si rivolse anche ad un nostro operaio dicendogli che doveva fare attenzione a lavorare per noi”.

Quest’ultimo ha confermato di essere stato avvicinato dall’imputato quando doveva firmare il contratto di assunzione con l’azienda vincitrice: “Mi disse stare attento, e di mettermi in regola con i mezzi per lo sgombero neve perché saremmo stati controllati, facendomi capire che anche altre due imprese erano arrabbiate come lui. Io risposi che ero un semplice dipendente e che i mezzi erano della ditta per cui avrei lavorato”.

L’8 novembre 2016 partì la denuncia nei confronti dell’imputato, sporta dai due soci dell’azienda aggiudicataria: “Pensavo che, rivolgendosi anche ad un nostro lavoratore, avesse intenzione di renderci inadempienti nei confronti degli impegni assunti con il Comune”, aveva spiegato uno dei soci davanti ai carabinieri di Villanova Mondovì.

Nel frattempo si erano verificati alcuni episodi anomali, come il furto di motoseghe dal capannone della ditta e di gasolio dai serbatoi di alcuni mezzi per lo sgombero neve. Ma non sappiamo chi fosse stato”.

Prossima udienza il 16 ottobre per i testi della difesa.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium