/ Attualità

Attualità | 12 settembre 2019, 17:10

Alba, l’emergenza clima entra in Consiglio: "Piantiamo un albero per ogni Stato della Foresta Amazzonica"

A proporre il simbolico gesto un ordine del giorno della giovane esponente di Forza Italia Stefania Balocco, presidente della Commissione Ambiente

Un gesto dalla portata evidentemente simbolica, ma teso a smuovere le coscienze e portare all’attenzione dell’opinione pubblica "quella che ormai rappresenta un’emergenza sempre più grave ed evidente".

Ad avanzarla nelle forme di un ordine del giorno che verrà presentato al Consiglio comunale di fine settembre è Stefania Balocco, coi suoi 28 anni tra i più giovani rappresentanti entrati nell’assemblea civica albese nella tornata elettorale del maggio scorso.

All’indomani dell’appello che il fondatore di Slow Food Carlin Petrini ha lanciato a nome delle Comunità "Laudato si’" ("Piantiamo 60 milioni di alberi, ogni per ogni italiano, per combattere la crisi climatica"), la giovane esponente di Forza Italia, che è anche presidente della 2ª Commissione comunale (Ambiente ed Ecologia), intende proporre al Consiglio di piantare 9 alberi nel territorio cittadino "come gesto simbolico di solidarietà per gli incendi della foresta amazzonica".

“L’attenzione all’ambiente è molto importante per i giovani, perché vogliamo assicurarci che anche in futuro avremo un mondo ospitale in cui vivere. Ma l’unica strada è quella di contribuire: ciascuno di noi può fare molto”, spiega la consigliera, che lo scorso anno ha conseguito la laurea magistrale in Economia dell’Ambiente e che nel suo curriculum universitario vanta anche la partecipazione a progetti di ricerca relativi al monitoraggio dei cetacei (presso l’Università di Savona) e sulla percezione delle tematiche ambientali da parte dei turisti.

"L’estate che sta per concludersi – continua – ha visto propagarsi incendi di vaste dimensioni, dalla Siberia alla foresta pluviale amazzonica, mettendo a rischio i grandi polmoni verdi della terra. Bacini che forniscono quote importanti di ossigeno e sono la casa di numerose specie animali, alcune di esse in via d’estinzione. Anche in Italia la situazione non è migliore. Rispetto al 2018 gli incendi sono triplicati e in 30 anni è stato perso il 12% del patrimonio boschivo".

Da qui la richiesta da avanzare al Consiglio: "La mia proposta è simbolica: 9 alberi per i 9 Paesi inclusi nella foresta amazzonica. E’ un momento di riflessione che deve coinvolgere tutti e spronarci a fare ciascuno la propria parte. Sono consigliere neoeletto e, quindi, ancora inesperta, ma credo molto nell’impegno, quindi cercherò di dare il mio supporto su questi argomenti, che conosco e mi appassionano”.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium