/ Economia

Economia | 12 settembre 2019, 15:08

5 consigli per risparmiare sulle bollette luce e gas

È arrivato il momento di risparmiare sulla luce e il gas. Ecco 5 consigli per ottimizzare i consumi e rispettare l’ambiente.

5 consigli per risparmiare sulle bollette luce e gas

Bollette luce e gas: 5 consigli per risparmiare

Evitare gli sprechi di luce e gas oltre che un’esigenza, è sempre di più un vero e proprio imperativo, per rispettare l’ambiente e per riuscire a risparmiare sulle bollette delle utenze. Non sarà sfuggito ai consumatori, infatti, un graduale aumento dei costi della luce e del gas.

Alcune buone abitudini quotidiane e qualche piccola accortezza in più, possono fare la differenza sul bilancio familiare.

Qualora vogliate finalmente prendere in mano la situazione e avere informazioni sul risparmio continuate a leggere questo articolo: ecco i 5 consigli per risparmiare sulle bollette luce e gas

Risparmiare sulla luce? Passa al mercato libero

Il primo consiglio che possiamo dare ai consumatori è quello di passare al mercato libero.

Mentre nel mercato tutelato i clienti sono costretti a subire gli aumenti di prezzo trimestrali imposti dall’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (ARERA), i clienti del mercato libero hanno la possibilità di scegliere tra tante tariffe proposte dai migliori fornitori. Inoltre a luglio 2020 (salvo ulteriori proroghe) tutti i consumatori dovranno passare al mercato libero. Dunque, il nostro suggerimento è quello di anticipare i tempi e scegliere con maggiore consapevolezza una nuova tariffa luce o gas, che sappia adattarsi alle esigenze della famiglia e permetta di ottimizzare i consumi energetici.

Scegli la migliore offerta in base ai tuoi consumi e usala al meglio

Passare al mercato libero è più semplice di quanto si possa pensare. L’operazione, infatti, può essere effettuata gratuitamente e senza alcune interruzione dei servizi, direttamente online.

In libera concorrenza ogni utente, come detto, ha la libertà di scegliere un particolare fornitore rispetto a un altro. Ma proprio l’ampia possibilità di scelta, potrebbe trarre in confusione. Per fare la scelta giusta è necessario avere ben chiari quali siano le abitudini energetiche della famiglia, in modo che si possa scegliere se sottoscrivere una tariffa di tipo monoraria o bioraria. Nel primo caso il costo del corrispettivo per la materia prima energia (€/kWh) rimane invariato per tutto l’arco della giornata e può essere quindi considerata la migliore soluzione per gli studenti, coloro che lavorano in casa, i pensionati e le famiglie in cui c’è sempre qualcuno in casa. Nel caso, invece, dei lavoratori, i single e chi sfrutta l’energia solo durante il weekend, conviene una tariffa bioraria, contraddistinta da costi diversi dell’energia, a seconda dell’ora e del giorno della settimana.

Come il web può aiutare a risparmiare su luce e gas

Al giorno d’oggi, il web può essere davvero un ottimo mezzo per riuscire a risparmiare su luce e gas. Online si può effettuare il passaggio a un nuovo fornitore e trovare le offerte più convenienti rispetto alla tariffa proposta dal mercato tutelato utilizzando lo strumento messo a disposizione da ARERA o attraverso i comparatori online. Qui, i gestori luce e gas propongono ai clienti spesso promozioni valide solo online a prezzi vantaggiosi, che altrimenti non si potrebbero sottoscrivere.

Attenzione agli elettrodomestici e effettua la manutenzione degli impianti

Sicuramente già prima di cambiare offerte e optare per una più conveniente, è possibile adottare alcune buone abitudini domestiche. Ad esempio, per iniziare a ridurre le spese è bene utilizzare gli elettrodomestici solo se realmente necessario, in particolare quelli che consumano più energia. Ad esempio, in estate il caldo afoso ci spinge a tenere acceso il condizionatore d’aria per tante ore. Essendo uno tra i maggiori imputati per lo spreco energetico, è bene fare attenzione al suo uso. Far circolare l'aria durante le ore mattutine e serali, utilizzare tende e scuri quando non c'è nessuno in casa sono prassi che faranno risparmiare in bolletta e in salute.

Attenzione anche al frigorifero, poiché è uno dei maggiori responsabili del consumo energetico, dato che non può essere spento. È quindi fondamentale non posizionare il frigo vicino a fonti di calore.

 Per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento, invece, è importante procedere alla manutenzione periodica, sia per ottimizzare i consumi di gas metano, sia per evitare sanzioni previste per chi non effettua i controlli, oltre che, naturalmente per la salute di tutta la famiglia.

Consigli per gli acquisti con obiettivo il risparmio

Per ottenere il massimo dai propri elettrodomestici, senza preoccuparsi troppo dei consumi, sarebbe quello di sostituire i più datati con modelli recenti a alta efficienza energetica. Tali modelli, oltre a essere più sicuri, permettono di recuperare l’investimento dell’acquisto sulle bollette della luce e del gas in termini di bassi consumi. Lo stesso vale per i generatori di calore: la loro sostituzione con un nuovo impianto di riscaldamento porta a un risparmio sulla bolletta del gas evidente. Mentre l’installazione di una caldaia a condensazione o di una pompa di calore, è la scelta giusta per abbattere i costi del riscaldamento e usufruire delle agevolazioni fiscali.

 

Inoltre, in commercio oramai si trovano tanto dispositivi tecnologici di ultima generazione per la gestione della temperature di casa, come i cronotermostati smart che, ad esempio, permettono di avviare la caldaia solo quando serve effettivamente, o le valvole termostatiche che permettono di regolare il flusso d’acqua calda nei singoli radiatori di casa, bloccando l’apparecchio al raggiungimento di una temperatura precedentemente impostata.  

 

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium