/ Attualità

Attualità | 13 settembre 2019, 15:50

La Lega si riunisce a Domodossola, Alessio Brondino sulle Unioni di Comuni: "Bisogna gestirle in modo che migliorino l'efficienza della macchina amministrativa"

Giorgio Maria Bergesio: "La Lega da sempre privilegia il rapporto con gli amministratori locali. I sindaci, gli assessori ed i consiglieri comunali sono per noi colonne portanti di un rapporto diretto tra istituzioni e cittadini"

Foto generica

Foto generica

Nel Corso della festa Nazionale del Piemonte tenutasi a Domodossola dal 6 al 8 settembre ampio spazio è stato dedicato alle esigenze ed all’ascolto delle amministrazioni e degli amministratori Locali della Lega – Salvini Premier.

Per questo motivo un numeroso gruppo di amministratori cuneesi ha preso parte agli stati generali Piemontesi degli enti locali. Molte le tematiche affrontate: dalla sicurezza all’autonomia regionale, dalla situazione delle Provincie a quella delle Unioni montane dei Comuni.

Il gruppo provinciale è coordinato da Alessio Brondino, consigliere di Sanfront e dell’Unione Montana del Monviso, il quale è intervenuto proprio sulla questione delle Unioni dei Comuni: “Dovrebbero essere gestite in modo da migliorare l’efficienza della macchina amministrativa, invece nella stra grande maggioranza dei casi l’ex Comunità Montana è diventata di fatto l’Ufficio Complicazione Cose Semplici. Si deve fare in modo di mettere al centro le esigenze dei cittadini, delle imprese che danni resistono in questi contesti e di quelle che in montagna vogliono investire. Devono essere gestite dagli amministratori e non dai funzionari”.

Presente anche il Segretario Provinciale della Lega, Sen. Giorgio Maria Bergesio che ha sottolineato: ”La Lega da sempre privilegia il rapporto con gli amministratori locali. I sindaci, gli assessori ed i consiglieri comunali sono per noi colonne portanti di un rapporto diretto tra istituzioni e cittadini. In questi 14 mesi di governo lo abbiamo dimostrato  privilegiando l’azione ed il sostegno degli enti locali. Ricordo che ai comuni sotto i 20.000 abitati abbiamo assegnato in Provincia di Cuneo quasi 11 milioni di euro per la messa in sicurezza del patrimonio comunale. Alla Provincia è stato assegnato un contributo straordinario di oltre 1 milione e 250 mila euro. Abbiamo approvato misure per snellire la burocrazia negli appalti sotto la soglia dei 150 mila euro, abbiamo approvato norme a sostegno del ruolo  dei Sindaci in materia di sicurezza con il Decreto Sicurezza e Sicurezza bis. Insomma la Lega è passata dalla parole ai fatti dimostrando un’attenzione maniacale agli enti locali. Ora paludiamo all’attività di questa struttura che coordinerà i nostri centinaia di eletti anche in Provincia Granda al fine di far crescere i tanti giovani entrati in questi ultimi anni in attività amministrativa”.

Il gruppo Provinciale degli Enti locali ad oggi conta moltissimi amministratori  ed ha l’importante ruolo di mettere in contatto gli stessi con gli eletti negli enti superiori, come Regione o Parlamento, e di contribuire nella dibattito su proposte legislative con osservazioni o analisi consultve di modifica che solo un amministratore del territorio può cogliere.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium