/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 15 settembre 2019, 18:15

Concorso Nazionale Federchimica Giovani: tra i vincitori anche due scuole della Granda

Si tratta della Scuola Secondaria di I^ grado di Diano d'Alba e dell'I.C. "Cesare Pavese" di Santo Stefano Belbo

La Scuola Secondaria di I^ grado di Diano d'Alba

La Scuola Secondaria di I^ grado di Diano d'Alba

I 150 anni della Tavola Periodica degli elementi, celebrati dall’ONU nel 2019, sono stati il tema principale del Premio Nazionale Federchimica Giovani per l’anno scolastico 2018-2019.

Il concorso, destinato alle scuole medie, è promosso ogni anno da Federchimica, la Federazione nazionale dell’Industria chimica, insieme al MIUR.

L’edizione di quest’anno ha ricevuto oltre 500 progetti da tutta Italia e ha coinvolto più di 6.000 studenti.Oggi, al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, sono stati consegnati i premi ai migliori elaborati che hanno raccontato, in modo originale e creativo, come la chimica ci accompagni in ogni momento della nostra giornata e sia fondamentale nelle grandi sfide dell’umanità e del pianeta.

Tra vincitori due sono le scuole della provincia di Cuneo.

Per la categoria “Ausiliari e Intermedi chimici” rappresentata in Federchimica da AISPEC - Associazione nazionale imprese chimica fine e settori specialistici – si aggiudicano la vittoria le classi 1°B, 2°B, 3°B e 3°C della Scuola Secondaria di Primo Grado di Diano d’Alba con il progetto “La chimica ovunque”.

Il lavoro è un video che ha colpito la Giuria non soltanto per la qualità dello stesso ma anche per il contenuto e l’entusiasmo manifestato dai ragazzi che si sono cimentati anche nella recitazione. Il video racconta gli elementi della tavola periodica con descrizioni tecniche, esempi pratici e agganci con la quotidianità in modo originale e divertente.

La classe 2°A dell’Istituto Comprensivo Cesare Pavese di Santo Stefano Belbo si aggiudica il premio per la categoria “Agrofarmaci” rappresentata in Federchimica da AGROFARMA – Associazione nazionale imprese agrofarmaci – con il progetto “In giro per le Langhe”. Il lavoro è una ricerca sugli agrofarmaci impiegati nel territorio delle Langhe. La zona e è stata esplorata dai ragazzi per studiarne la cucina, i vitigni e gli aspetti culturali.

“In giro per le Langhe” è un lavoro di grande valore: pertinente, creativo e molto interessante. Non sono da trascurare due importanti elementi che conferiscono all’elaborato un valore aggiunto: il rapporto con il territorio e l’interdisciplinarietà.

Il Premio ha l’obiettivo di migliorare la conoscenza della chimica e valorizzare il suo contributo al benessere dell’umanità, potenziare l’interazione tra scuola, territorio e industria chimica e orientare verso percorsi di studio tecnico-scientifici.Ogni anno vengono messi in palio un tablet per i vincitori singoli e 2.000 euro alle scuole che vincono con lavori di gruppo; quest’anno sono stati consegnati in tutto 26 premi.

Gli elaborati premiati sono disponibili sul sito  di Federchimica dove, a breve, sarà pubblicato anche il regolamento della nuova edizione per il prossimo anno scolastico.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium