/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2019, 13:04

Più di 50 appartamenti e negozi al piano strada: nasceranno al posto dell'ex Ipi di Cuneo, venduto per oltre 5milioni di euro

Sette piani più due interrati. Tempo di realizzazione, dalla partenza dei lavori, circa 3 anni. Saranno realizzati anche portici di due metri di larghezza su via XX settembre e via Monte Zovetto, oltre a un percorso pedonale largo tre metri per collegare i giardini con via XX Settembre

Questo l'edificio che verrà abbattuto

Questo l'edificio che verrà abbattuto

La Provincia ha aggiudicato provvisoriamente questa mattina 17 settembre la vendita dell’ex edificio Ipi (Istituto provinciale Infanzia), tra via XX Settembre e via  Monte Zovetto a Cuneo, per una somma totale di 5.351.100 euro.

Per il palazzo è arrivata un’offerta dalla società Barra Costruzioni srl di Centallo. Dopo le verifiche di legge previste nel bando di gara, si procederà al contratto di vendita. Lo ha annunciato il presidente della Provincia, Federico Borgna: “Esprimo soddisfazione per il positivo esito di una lunga e complessa vicenda amministrativa che ha impegnato per lungo tempo gli uffici provinciali”.

L'edificio, di 5100 metri quadri in una zona ad alta vocazione residenziale, centrale e di grande pregio, verrà abbattuto. 

Al suo posto verrà costruito un palazzo di sette piani: al piano strada verranno realizzati negozi ed uffici, gli altri sei diventeranno alloggi, tra i 50 e i 60 in base alle metrature e alle richieste. Saranno realizzati anche due piani interrati, adibiti a box auto e cantine.

Saranno realizzati anche portici di due metri di larghezza su via XX settembre e via Monte Zovetto, oltre a un percorso pedonale largo tre metri per collegare i giardini con via XX Settembre.

La volontà della società Barra è di costruire un edificio senza tempo, con una visione che contempli una modernità che non passi mai di moda, con materiali di pregio. La titolare dell'impresa Edda Barra, appena uscita dagli uffici provinciali, ha espresso grande entusiasmo e fiducia: "Dal momento in cui inizieremo, in tre anni i lavori saranno conclusi. Quella è un'area ad altissima potenzialità, una delle più belle di Cuneo. Chi ci conosce sa come operiamo, la qualità è sempre altissima".

Il fabbricato è inutilizzato dal 2014, quando l'ente Provincia decise di spostare tutto nella sede di corso Nizza, in seguito alla riforma dell’ente e nell’ambito di una razionalizzazione dei costi. Si è poi proceduto via via a sgomberare anche arredi ed archivi, anche questi trasferiti nell'unica sede.

L’area sarà riqualificata nell’ambito di un Pec stipulato tra Provincia, Comune e privati in cui rientra anche la parte, già abbattuta, dell’ex Centro Lavoro Protetto. La società Martes srl ha già avviato i lavori nel lotto di propria competenza.

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium