/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2019, 13:15

Saluzzo, si apre il secondo meeting nazionale delle Biosfere Mab Unesco d'Italia

Da domani 18 settembre in Castiglia e all'antico palazzo comunale, 4 giorni di incontri, scambi, lavori aperti al pubblico e vetrine delle riserve italiane. Prenderanno parte i 19 rappresentanti delle Biosfere Mab Unesco dello stivale

Saluzzo, si apre alla Castiglia il 2° meeting nazionale delle Biosfere Mab Unesco d'Italia

Saluzzo, si apre alla Castiglia il 2° meeting nazionale delle Biosfere Mab Unesco d'Italia

Da domani mercoledì 18 al 21 settembre Saluzzo ospita il 2° Meeting nazionale delle Riserva della Biosfera MAB UNESCO, l’annuale incontro dei delegati delle Riserva italiane.

Le giornate saranno un’occasione di incontro e scambio tra le Riserve, nonché un prestigioso riconoscimento per il territorio del Monviso.

"Siamo lieti – dice il Presidente del Parco del Monviso, Gianfranco Marengo – che il Ministero dell’Ambiente e delle Tutela del Territorio e del Mare abbia scelto di organizzare nel nostro territorio il secondo meeting delle Riserve italiane: la nostra candidatura, espressa già lo scorso anno in occasione della prima edizione di questo importante evento, è stata accolta grazie all’impegno profuso in questi anni per sensibilizzare le terre del Monviso verso il turismo sostenibile e il rispetto dell’ambiente. Da mesi lavoriamo all'organizzazione dell'appuntamento che porterà per quattro giorni i rappresentanti delle riserve italiane, del Ministero e dell'UNESCO a Saluzzo e nelle valli del Monviso». 

Il programma si apre (mercoledì) alle 14,30 nel salone Rovasenda  della Castiglia con i saluti delle Autorità e l'avvio lavori. 

Giovedì 19 settembre nel rispetto dell’ottica transfrontaliera della Riserva del Monviso, le attività previste saranno svolte a Saint-Véran, nel Parco Naturale Regionale del Queyras.

Venerdì 20 settembre  i lavori saranno aperti al pubblico: una vetrina per presentare alle riserve italiane le buone pratiche presenti sul nostro territorio e far conoscere le realtà che praticano quotidianamente lo sviluppo sostenibile nel loro lavoro, nell’amministrazione del territorio, nell’educazione delle future generazioni.. La scaletta  prevede l’apertura lavori dalle 8,30 alle 13 presso l’Antico Palazzo Comunale di salita al Castello.

All’iniziativa prenderanno parte i rappresentanti delle diciannove Riserve della Biosfera italiane: tra di loro anche i delegati delle riserve “Po Grande” e Alpi Giulie che hanno ottenuto il riconoscimento Unesco nel giugno di quest’anno e ai quali verrà consegnata la pergamena ufficiale proprio durante il meeting di settembre. Presenti anche i delegati della Riserva del Monte Grappa, candidata italiana per il 2020 al riconoscimento UNESCO.

Prevista la presenza di esponenti del Ministero dell’Ambiente e delle Tutela del Territorio e del Mare, della Commissione Nazionale UNESCO e di altre organizzazioni nazionali che si occupano di tutela e di valorizzazione del territorio.

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium